L’anfiteatro di Aquino, una grande risorsa economica e culturale in stato di degrado

0
tusa big

Abbiamo più volte trattato di Aquino e della sua carenza di servizi per i cittadini. Purtroppo, anche le risorse esistenti non vengono adeguatamente messe a frutto.

La frazione monrealese gode di una piazzetta dotata di una peculiarità. Un ampio anfiteatro che ben poche piazze in altri territori più blasonati possono vantare.

Location ideale per ospitare un piccolo ma stabile parco giochi per bambini, potrebbe accogliere eventi culturali e divenire un punto di incontro ed occasione di socializzazione per le centinaia di famiglie del posto. Potrebbe anche fare da volano per lo sviluppo economico della borgata.

Potrebbe … , ma tutto questo, apparentemente scontato, non avviene.

Aquino si conferma una frazione dormitorio, dove migliaia di anonimi cittadini monrealesi risiedono ma non svolgono alcuna attività sociale, salvo quanto offerto dalla parrocchia di San Giuseppe. L’anfiteatro, come è visibile nella fotogallery, si trova in uno stato di completo abbandono, in balìa dei vandali, lasciato nel sudiciume da un’amministrazione che si conferma poco attenta alle esigenze della frazione. La sera, dichiarano gli abitanti della zona, diventa rifugio per i ragazzi che vi si ritrovano per bere, al riparo da occhi indiscreti. Se dell’altro accade all’interno non è facile saperlo, dato che le mura di recinzione trasformano uno spazio che dovrebbe essere accogliente in un ring sospetto, chiuso ermeticamente, che disincentiva qualsiasi interesse.

Le fotografie scattate testimoniano lo stato di degrado e di sporcizia in cui si trova l’anfiteatro. Nessun genitore si sognerebbe di portare i propri bambini a giocare dentro questa discarica. Da mesi nessun operatore della società di raccolta dei rifiuti vi ha messo piede.

L’area, restituita ai cittadini, potrebbe svolgere un’importante funzione aggregativa e culturale per la frazione.

L’anfiteatro, opportunamente valorizzato, costituirebbe un’importante occasione di sviluppo economico per le attività commerciali della zona che stanno vivendo una grave fase di crisi, strette in una morsa tra i due grandi supermercati della frazione (per ultimo il Conad).

L’ampia gradinata può ospitare diverse centinaia di persone. In questi giorni l’anfiteatro è stato al centro dell’interesse di alcuni manager di compagnie teatrali palermitane, sorpresi dalla presenza di una simile struttura in un’anonima frazione.

Abituati a mettere in scena i loro spettacoli anche in piccole piazze di paese o in spazi non adeguati ad accogliere artisti e pubblico, non hanno creduto ai loro occhi scoprendo una siffatta struttura adatta allo scopo.

Alla piacevole sorpresa è subentrato però lo sgomento, non appena sono entrati e hanno verificato lo stato di degrado e di abbandono in cui l’anfiteatro versa. Le compagnie hanno confermato l’interesse a portare i loro spettacoli ad Aquino, purché l’amministrazione comunale si faccia carico di recuperare la struttura per renderla idonea e fruibile.

L’assessore Nazzareno Salamone, contattato dalla redazione di Filo Diretto, ha manifestato la difficoltà che l’amministrazione incontra a tenere pulito un luogo ancor più che a farlo pulire. Salamone ha mostrato la disponibilità a organizzare la pulizia straordinaria dell’area al fine di consentire lo svolgimento di questi spettacoli. “Ritengo che queste manifestazioni possano contribuire a fare riappropriare i cittadini degli spazi pubblici abbandonati e violentati da gente priva di senso civico”.

Le compagnie teatrali a breve presenteranno all’amministrazione le loro richieste per rendere utilizzabile l’anfiteatro.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com