Monreale: coltivavano Cannabis tra i fiori della nonna, arrestati

0
tusa big

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Monreale giovedì scorso hanno arrestato due fratelli di Altofonte per coltivazione di “cannabis indica”. Si tratta di T.G. (classe 1991) e T.G.B. (classe 1984), entrambi impiegati incensurati.

Il blitz dei militari è scattato in contrada Dingoli del comune parchitano presso un villino di proprietà  della nonna dopo che i due fratelli erano stati visti aggirarsi nelle campagne circostanti con una frequenza insolita e, cosa che ha suscitato maggior sospetto agli investigatori, con bidoni d’acqua lungo dei sentieri tra le sterpaglie.

In seguito all’irruzione e alla relativa perquisizione i Carabinieri hanno rinvenuto 3 piante di cannabis alte circa 50 cm circa occultate tra i fiori della nonna, mentre lungo un sentiero del giardino, altre 6 piante, alte circa un metro l’una coltivate in rispettivi vasi, ovviamente all’insaputa della ignara donna anziana.

I Carabinieri ipotizzano che la piantagione sarebbe stata a poco trapiantata nel terreno per completarne la crescita e migliorarne così la qualità della coltivazione.

Tutte le piantine sono state estirpate e sottoposte a sequestro e campionature, per le successive analisi di laboratorio a cura del L.A.S.S. Carabinieri di Palermo.

I due fratelli dopo aver passato la notte agli arresti domiciliari sono stati sottoposti a rito direttissimo presso il Tribunale di Termini Imerese. Nel corso dell’udienza, hanno patteggiato la pena a 8 mesi di reclusione ed euro 1000 di multa.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com