Oggi è 11/12/2018

Cronaca

La scuola è finita, anche i docenti precari sono in vacanza, ma senza stipendio e senza futuro

Di seguito l’articolo di Alex Corlazzoli pubblicato il 3 luglio su “Il Fatto Quotidiano”

“Non avrei mai voluto dire ai miei alunni: fuggite dall’Italia, qui non c’è speranza. Ma io precario, disoccupato, non voglio che i miei ragazzi facciano la mia stessa fine…”

Pubblicato il 5 luglio 2013

La scuola è finita, anche i docenti precari sono in vacanza, ma senza stipendio e senza futuro

Caro Napolitano, da oggi ho un marchio sulla pelle: disoccupato!

Oggi, primo giorno da disoccupato, ho scritto a Giorgio Napolitano. Caro Presidente da stamattina 76.407 persone hanno il mio stesso marchio inciso sulla pelle: disoccupato. Ci aggiungiamo ai tre milioni che già sono senza lavoro. Forse lei non si sarà accorto, forse il ministro dell’istruzione non l’avrà scomodata per dirle che migliaia di insegnanti, quelli che educano i nostri figli, da oggi non hanno un lavoro, uno stipendio, un futuro solo perché vengono usati per 10 mesi l’anno e poi lasciati sulla strada.

Certo lei non vedrà neanche questa mia missiva perché ci penserà qualche consigliere del Presidente della Repubblica a rispondermi, come avviene sempre. Ma se dovesse capitare che le arrivi tra le mani questa mia lettera vorrei spiegarle quello che le direi se un giorno, anziché accogliere al Quirinale, diplomatici, campioni, cantanti e cavalieri del lavoro, aprisse le sue porte a una delegazione di cavalieri della disoccupazione.

Oggi come da sette anni a questa parte, da quando faccio l’insegnante, sono dovuto andare al centro per l’impiego: lunedì c’erano 200 persone a Crema, la maggior parte donne. Sono arrivate con i loro bambini. Spesso sono madri del Sud che per tutto l’anno hanno lavorato qui al settentrione, distanti dalla loro famiglia con uno stipendio che serviva a malapena a ripagarsi l’affitto. Non vedono l’ora di ritornare a casa, per riabbracciare il marito, i genitori.

Siamo migranti, stranieri nella propria patria. Sì, perché caro presidente Giorgio Napolitano, noi disoccupati ci sentiamo stranieri in questa Italia che ci abbandona, che non ci dà speranza. Non so se lei conosce i dati che ci riguardano.

Mi permetto di illustrarglieli: secondo i recenti numeri della Flc Cgil attualmente i posti in organico di fatto, cioè con durata fino al 30 giugno, sono 76.407, di cui 13.260 ATA e 63.147 docenti. L’andamento storico di questi posti negli anni è costante. Ciò vuol dire che essi servono per coprire esigenze stabili dell’amministrazione, quali ad esempio i posti per il sostegno agli alunni con disabilità o la presenza di almeno un collaboratore a plesso. Stabilizzarli costa in media 150 euro (lordo stato) in più l’anno a posto, ma il beneficio sulla qualità del servizio e delle persone sarebbe enorme e in termini di prestazione lavorativa e di stabilità di programmazione. Senza contare che il Miur risparmierebbe le spese legali a cui spesso viene condannato dai giudici per abuso dei contratti a temine. Pensi che il risparmio dell’amministrazione tra un contratto al 30 giugno e uno al 31 agosto è di sole 150 euro.

Eppure, guardando ai dati, questi docenti a settembre serviranno. Ma a noi non è dato sapere che ci succederà. Le nostre vite sono appese a qualcuno che deciderà a pochi giorni dall’inizio della scuola, il nostro futuro quando tutto potrebbe essere risolto tra giugno e luglio. E se qualcuno di noi, come capita a me da giornalista, provvede a procurarsi la pagnotta facendo qualche altro lavoro viene punito da tasse allucinanti.

Signor presidente, sono cresciuto con il poster di Sandro Pertini in camera. Ma ora faccio fatica a guardare la sua foto appesa a scuola perché in questo Paese non mi sento ascoltato da lei che, mentre affondiamo, quando si muove per l’Italia lo fa con un codazzo di auto blu (l’ho vista di persona a Cremona) e nemmeno da chi in questo Parlamento non sceglie di tagliare il finanziamento ai partiti e continua a restare casta.

Non avrei mai voluto dire ai miei alunni: fuggite dall’Italia, qui non c’è speranza. Ma io precario, disoccupato, non voglio che i miei ragazzi facciano la mia stessa fine: sogno per loro una vita dove possano avere una loro casa, poter fare famiglia, sentirsi realizzati sul piano professionale, essere laureati in lettere e non finire a fare i camerieri. L’ultimo giorno di scuola il maestro disoccupato ha regalato la Costituzione ai suoi alunni perché m’illudo ancora che quel “L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro” non sia solo scritto su un pezzo di carta che ormai a fatica sentiamo ancora nostro.

Nella vana speranza che legga lei questa lettera e che ci si possa incontrare,

un maestro disoccupato

Articolo tratto da “Il Fatto Quotidiano”

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Saldo TARI, sospese le agevolazioni. È colpa del dissesto? Romanotto: “Assolutamente no si tratta di una delibera votata dalla maggioranza”

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Insieme agli auguri di Natale in questi giorni in alcune case, stanno arrivando i modelli fiscali F24 per il pagamento della TARI, si tratta del saldo rate. Anche se a dire il vero non tutti hanno ricevuto il bollettino, infatti diverse ..

    Continua a Leggere

  • Nella sede Arci Link gli studenti si incontrano: “Monreale è un dormitorio, non ci sono spazi per aggregazione giovanile”

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Quali azioni servono per favorire la partecipazione attiva dei giovani nella vita della comunità monrealese? A chiederselo e a chiederlo sono i giovani del territorio. Nella sede dell'associazione ARCI Link di chiasso Cavallaro, si è tenuto oggi pomeriggio un incontro,..

    Continua a Leggere

  • Crisi di governo. A giorni una donna sarà nominata assessore. Ma persistono i mal di pancia nella maggioranza

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Ancora vacante un posto nella giunta comunale di Monreale. A 10 giorni dalle dimissioni presentate al sindaco da Paola Naimi, non è stato ancora nomin..

    Continua a Leggere

  • Nella Chiesa degli Agonizzanti il presepe artigianale di Sonia Lo Monaco

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Per il secondo anno consecutivo è stato allestito presso la Chiesa degli Agonizzanti di Monreale il presepe artigianale di Sonia Lo Monaco. Il presepe rimarrà aperto fino al 6 gennaio e si potrà visitare dalle 9,00 alle 18,00 nei giorni festivi e dalle 15.00 all..

    Continua a Leggere

  • Il 20 dicembre i mosaici del Duomo di Monreale raccontati in suoni ed immagini

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - In una cornice unica si svolgerà il concerto multimediale per pianoforte intitolato Domus Dei et Ianua Coeli, ispirato ai mosaici del Duomo di Monreale. L'appuntamento è per il 20 dicembre alle ore 21. Si è chiuso per una settimana intera all’interno del duomo di..

    Continua a Leggere

  • Degrado per le strade di Monreale, veicoli abbandonati per anni

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Continua la graduale rimozione dei veicoli abbandonati in giro per la città. Come già detto in un altro a..

    Continua a Leggere

  • Open day alla Guglielmo II, martedì 18 dicembre il preside e lo staff accoglieranno gli alunni delle classi quinte

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Anche quest'anno l'Istituto Comprensivo Statale Guglielmo II apre le porte al territorio. Tutte le famiglie interessate alle iscrizioni per il prossimo anno scolastico alla scuola secondaria di primo grado con i loro bambini e ragazzi, sono invitate a visitare il plesso ..

    Continua a Leggere

  • Monreale, via Esterna San Nicola, oggi il sopralluogo dell’Agenzia Nazionale per i beni confiscati alla mafia.

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Come annunciato si è svolto questa mattina il sopralluogo disposto dalla Agenzia Nazionale per i beni confiscati alla mafia nella via Esterna San Nicola per verificare la grave situazione di pericolo causata dalla frana che ha coinvolto l'unica strada di accesso alla po..

    Continua a Leggere

  • Monreale, dalla “Natività” di Stomer una riflessione sui condizionamenti neurobiologici nell’esperienza artistica

    Cronaca

     Mente e cuore nell’esperienza artistica, Monreale, 10 dicembre 2018 - Si terrà sabato 15 dicembre, alle ore 18,00, un appuntamento dedicato all’artista fiammingo Matthias Stomer, dal titolo “La Natività di Matthias Stomer fra Arte ..

    Continua a Leggere

  • Strazzasiti e l’aiuto “dall’alto” contro le discariche abusive

    Cronaca

      [gallery ids="85636,85638,85639,85640,85641,85642,85643,85644"] Monreale, 10 dicembre 2018 - Non è ancora trascorso un mese, da quando la Delegazione Strazzasiti, con i suoi attivisti più rappresentativi (Maenza, Zuccarello e Salamone) si è adoperata per piantare una yucca nel v..

    Continua a Leggere

  • Monreale, fiocco azzurro per il consigliere comunale Antonella Giuliano

    Cronaca

    Monreale, 9 dicembre 2018 - Arriva un fiocco azzurro all'intero del consiglio comunale di Monreale. A dare la bella notizia è su Facebook la stessa mamma Antonella Giuliano, consigliere comunale del gruppo Forza Italia che nel giorno dell'Immacolata ha dato alla luce il suo secondo genito. Al con..

    Continua a Leggere

  • Albergheria, un quartiere abbandonato tra rifiuti e mercato dell’usato

    Cronaca

    [gallery ids="85594,85592,85591,85590,85589,85587,85586,85584,85585,85583,85582,85581,85580,85579,85578,85576,85577,85575,85574,85573,85572,85571,85570,85569,85568"] Palermo, 9 dicembre 2018 - Qualche bancarella resta anche durante il giorno, ma solitamente il mercato dell'usato all'Albergheria h..

    Continua a Leggere

  • 9 dicembre, nasceva Bruno Trentin, Segretario Generale della CGIL

    Cronaca

    Monreale, 9 dicembre 2018 - il 9 dicembre 1926 nasce Bruno Trentin in Francia, a Cedon de Pavie. Il padre Silvio e la sua famiglia vi trovarono esilio dopo che il regime fascista aveva soppresso tutte le libertà. Partecipa come partigiano alla lotta di liberazione, è dirigente del Partito d'..

    Continua a Leggere

  • Palermo batte Padova 3-1 e resta in testa alla classifica

    Cronaca

    Palermo, 8 dicembre 2018 - Si è tenuta oggi la partita Padova - Palermo, conclusasi 1-3, presso lo Stadio Euganeo. La gara è iniziata in salita per il Palermo, che schiera Brignoli in porta e Szyminski centrale insieme a Rajkovic, Aleesami e Salvi; Chochev ha sostituito lo squalificato Jajalo, com..

    Continua a Leggere

  • Associazione Nati Due Volte, anche quest’anno arriva il mercatino di Natale

    Cronaca

    Monreale, 8 dicembre 2018 - Come gli scorsi anni anche questo Natale l'associazione Nati ..

    Continua a Leggere

  • Il presepe di Nicolò Giuliano esposto all’aeroporto “Falcone – Borsellino”

    Cronaca

    [gallery ids="85537,85536,85535,85534"] Palermo, 8 dicembre 2018 - Esposto all’Aeroporto di Palermo “Falcone - Borsellino” il presepe realizzato dall’artista monrealese Nicolò Giuliano. Il presepe è stato collocato ieri pomeriggio. Oggi, alla presentazione, presenti numerose person..

    Continua a Leggere

  • “Mio padre con i Badalamenti non c’entra nulla, e il disprezzo era reciproco”

    Cronaca

    [gallery ids="85521,85520,85519,85518"] Monreale, 8 dicembre 2018 - Si è svolta ieri, presso la Casa Cultura Santa Caterina, la presentazione del libro “Sono nata Badalamenti” di Maria Badalamenti che lotta quotidianamente affinché il suo nome e soprattutto quello di suo padre non sia assoc..

    Continua a Leggere

  • Biagio, Giorgia e Martina tornano in acqua. Liberate nella Baia del Corallo le tre tartarughe VIDEO

    Cronaca

    [video width="640" height="352" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2018/12/VID-20181207-WA0028.mp4"][/video] Le hanno chiamate Biagio, Giorgia e Martina. Sono le tre tartarughe che questa mattina hanno potuto riabbracciare il mare, dopo esse..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com