Vicenda Caputo: le reazioni della politica monrealese

0
Araba Fenice desk

Ieri vi abbiamo dato la notizia riguardante la decadenza dalla carica di deputato regionale di Salvino Caputo. Oggi invece riportiamo le dichiarazioni dei rappresentanti di tre dei gruppi politici di maggior rilievo a Monreale.

L’Onorevole Salvo Lo Giudice commenta così:
“L’applicazione della legge è fondamento di uno Stato di diritto, ed è su di essa che si può costruire una democrazia reale. Mi sento comunque vicino all’uomo Salvino, che conosco bene da oltre 15 anni e che indubbiamente da parecchie legislature è stato tra i più attivi deputati dell’Assemblea Regionale Siciliana”.

 
 
E’ molto più duro il segretario del Partito Democratico, Fabio Ganci:
 “Salvino Caputo è decaduto per le stesse ragioni per cui era salito, nel 1994, agli onori della cronaca: la salvaguardia degli interessi dei potenti. 
 In questi anni Caputo non ha fatto nulla per far crescere la cittá di Monreale. Anzi. E allora mi chiedo: decaduto Caputo, non occorre cercare, a uno a uno, i suoi elettori e dichiararli nemici della cittá di Monreale? Con quale logica e per quali interessi personali hanno votato Caputo? E primo tra questi il Sindaco Filippo Di Matteo. Quali vantaggi e quali prebende ha ricevuto da Salvino Caputo?
 Il mio partito ha sempre combattuto Caputo e il suo modo di far politica. Sempre. Ha sempre denunziato pubblicamente la gestione delle assunzioni all’ATO, l’incancrenirsi della macchina burocratica e la gestione della cosa pubblica in generale. 
 Mi auguro che Caputo sia in grado di trarre insegnamento dai suoi errori, chiedendo scusa, a uno a uno, a tutti i cittadini che, con notevoli sacrifici, hanno pagato e pagano regolarmente le tasse e le sanzioni amministrative.
 Per concludere… Con Caputo io non ho mai preso neppure un caffé. E ho il diritto di commentare la sua decadenza, anche a nome del Partito che rappresento. Gli altri, quelli che a Caputo hanno chiesto in questi anni favori e prebende, tacciano. Se ancora, ovviamente, pudore alberga nella loro anima.”

 

Il sindaco Filippo Di Matteo, invece, nonostante le frizioni che si sono verificate negli ultimi anni con il suo ex vice-sindaco, ci ha detto che non vuole lasciare alcuna dichiarazione sull’argomento.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale