Audizione all’Ars del Comitato Pioppo Comune

0
Araba Fenice desk

 

Ieri mattina una delegazione del Comitato Pioppo Comune si è recata a Palazzo dei Normanni. A fare gli onori di casa l’On. Salvo Lo Giudice che si è interessato per rendere possibile l’audizione del Comitato con la IV Commissione “Territorio e Ambiente”.

Al centro dell’incontro la questione del collettore fognario di Pioppo. Il Comitato Pioppo Comune da diversi anni ha avviato un’opera di sensibilizzazione nei confronti della classe politica affinché possa interessarsi alla realizzazione di questa importante infrastruttura. Scarsi finora i risultati.

L’anno scorso il Comitato ha condotto una vera e propria campagna informativa, svolta anche con l’ausilio di produzioni video, per dimostrare il grave danno all’ambiente causato dall’assenza del collettore. Il fiume Oreto è ormai diventato una fognatura a cielo aperto. L’Unione europea ha anche multato la Sicilia per i livelli elevati di inquinamento ambientale.

Da vent’anni si attende la costruzione di quest’opera che permetterebbe al fiume Oreto di ritornare al suo antico splendore, deviando il corso degli scarichi inquinanti. Il collettore permetterebbe una profonda riqualificazione della valle dell’Oreto.

Il Comitato lavora da anni per conseguire l’obiettivo della secessione dal comune di Monreale e quindi l’istituzione del comune di Pioppo. Ed è proprio al loro territorio che la riqualificazione del fiume Oreto e l’istituzione di un parco potrebbe fornire un’opportunità di crescita economica. I cittadini di Pioppo credono molto nelle potenzialità economiche e lavorative offerte dalle risorse naturali del loro territorio, purché adeguatamente riqualificato e messo a frutto.

“La bonifica del fiume Oreto e la creazione del parco fino alla frazione di Pioppo – dichiarano dal Comitato – potrebbe incidere positivamente sul futuro di un territorio dalle potenzialità eccezionali”.

L’istituzione del parco potrebbe costituire un importante volano per il turismo naturalistico, basti pensare alle potenzialità inespresse dell’enogastronomia e delle greenways.

Positiva l’impressione della delegazione appena uscita fuori dall’incontro.

“Speriamo sinceramente – conclude il Comitato – che la Commissione da domani possa determinare un’inversione di tendenza rispetto al passato”. 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com