Sanzioni e controlli per chi getta la spazzatura fuori orario, le reazioni dei cittadini

0
tusa big

 Ieri, con una nota inviata dall’assessore Intravaia, abbiamo assistito ad una dura presa di posizione dell’amministrazione comunale riguardo agli orari ai quali dovrebbero essere gettati i rifiuti negli appositi cassonetti e, come avviene in alcuni quartieri del centro e delle frazioni, dietro la porta. L’ordinanza numero 4 del 10 gennaio prescrive ferree regole sugli orari di conferimento che, ha assicurato l’assessore Intravaia, verranno fatte rispettare dai Vigili Urbani e  inizierà il giro di vite su chi getta la spazzatura nei cassonetti a qualunque ora del giorno.

Molte sono state le reazioni dei cittadini alla notizia data da Filodiretto che ha posto diversi spunti di riflessione ai lettori. Ci siamo chiesti se effettivamente multare i cittadini che non rispettano gli orari in cui gettare i rifiuti possa essere la soluzione al problema quando, in diverse aree del territorio monrealese, assistiamo ogni giorno ad una raccolta che procede a singhiozzo. Tante sono infatti le lamentele che arrivano in  redazione di raccolta non eseguita e tante sono le segnalazioni di discariche nei pressi dei centri di raccolta in cui per giorni o addirittura settimane non viene effettuata la raccolta.

Altro interrogativo che ci siamo posti è stato quello di capire come potrebbe il corpo di polizia municipale vigilare su tutto il territorio di Monreale avendo un organico ridotto all’osso. Considerando anche il fatto che, come ci ha confermato l’assessore Intravaia in una intervista di qualche mese fa,  nel pomeriggio solo due unità di vigili urbani, se tutto va bene, sono operative.

In “Via Antonio Veneziano “al ferro” – dichiara in un commento all’articolo di ieri il lettore Rosario Madè –  conferiscono rifiuti a tutte le ore del giorno e della notte, le cartacce finiscono dentro Chiasso Procida, affidato alla mia esclusiva cura perché lo ATO2 si rifiuta di spazzare” , “esiste inoltre una delle solite ordinanze non rispettate – continua – emesse dal Sindaco Filippo, questa vieta la diffusione di volantini cartacei, la Città ne è invece invasa e sporcano ovunque.”

La lettrice Giusy Lo Manno si chiede : “E chi paga quando sotto casa c’è una montagna di rifiuti? In queste situazioni che differenza fa tra gettare i sacchetti alle 4 del pomeriggio o alle otto di sera?

Prima bisogna pulire e soprattutto ritirare tutti giorni i rifiuti, – scrive Matteo Manninopoi ben vengano le regole; se l’immondizia la ritirano dopo un mese questo provvedimento non ha senso”.

Va bene conferire i rifiuti negli orari appositi – commenta Massimo Furnari – ma raccoglierli quando? A me sembra sempre che le amministrazioni chiedano e sanzionino i cittadini, ma perché non succede nulla alle amministrazioni che non sono in grado di mantenere i servizi ad un livello decente? Attenzione sono d’accordo che le regole vanno rispettate, ma non deve essere una cosa a senso unico.

Adesso ci chiediamo anche come facciano i cittadini a conoscere gli orari in cui gettare i rifiuti. Quali sono le modalità adottate perché tutti possano venire a conoscenza degli orari? L’amministrazione avrebbe potuto, quanto meno, affiggere cartelli e manifesti per il paese per pubblicizzare l’ordinanza. Non tutti, anziani in primis, leggono le notizie sui giornali locali o sull’albo pretorio online.

L’opinione dei cittadini, come abbiamo potuto leggere da queste poche righe,  è chiara ed uniforme: non è giusto pensare di multare e controllare i cittadini quando il servizio di raccolta rifiuti non è efficiente. Il comune controlla i cittadini. Ma chi controlla l’operato di chi è addetto alla raccolta? 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com