Monreale, LIDA contro gli abusi sugli animali [IL VIDEO]

0
Immobiliare Max

 

Il promotore della manifestazione Enrico Rizzi (email: e.rizzi@partitoanimalista europeo.com) contesta l’ordinanza n° 50 emessa dal sindaco qualche giorno fa e che vieta ai cittadini con i cani di circolare nelle aree verdi e agli animali stessi di bere nelle fontane. Enrico Rizzi lamenta inoltre la mancanza sia del canile municipale che del servizio di microcippatura e il problema dell’avvelenamento dei cani “randagi”. Il sindaco non si è presentato alla manifestazione. Per la LIDA, l’ordinanza è illegale e la contravvenzione applicata dalle forze dell’odine può essere contestata. Le spese dei verbali saranno a carico dei cittadini monrealesi, aggiunge Rizzi.

Giuseppe Lo Vecchio presidente dell’associazione U.N.A., intervenuto alla fine della manifestazione per aver accompagnato un cane da adottare all’aeroporto, ha affermato di aver presentato un esposto denuncia dove si dichiara che per 22 anni, da quando le leggi sono entrate in vigore (1991), le amministrazioni che si sono succedute nulla hanno fatto per la protezione degli animali domestici. E per combattere il randagismo nessuno si è mai occupato della sterilizzazione. E’ stata presentata una denuncia alla procura della Repubblica e alle stazioni dei carabinieri che ricadono sul territorio di Monreale, per esperire le indagini sulle problematiche inerenti anche il “lager comunale dell’Acetilene”, sotto l’albergo delle povere, dove vengono tenuti i cani in condizioni disastrose. Gli smaltimenti dei cadaveri dei cani non sono chiari perché non si sa che fine facciano i cadaveri. Lo Vecchio chiede un incontro col sindaco che non ha mai risposto alle sue richieste.

Di seguito il video della manifestazione.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.