Un’adeguata prevenzione degli incendi attraverso la collaborazione tra Maggioranza ed Opposizione

0
acqua park


In questi giorni il Sindaco Filippo Di Matteo ha emesso un’ordinanza per la pulizia dei terreni privati prima e durante la stagione estiva (1 giugno-15 ottobre). I proprietari dovranno ripulire i propri terreni da stoppie, frasche, cespugli, arbusti e residui di coltivazione; dovranno provvedere al taglio di siepi vive, erbe e rami che si protendono sul ciglio stradale e allo sgombero da detriti, immondizie, materiali putrescibili e quant’altro possa essere veicolo di incendio.
“La Polizia Municipale, i Carabinieri, Vigili del Fuoco e le guardie Forestali vigileranno sull’esecuzione della presente ordinanza“, afferma in una nota il Primo cittadino. 
In realtà anche negli anni passati questa ordinanza era stata emessa, ma MAI fatta applicare correttamente. I maggiori incendi, inoltre, si sono sempre verificati più nei terreni pubblici/demaniali che in quelli privati.

Quest’anno, però, l’ordinanza potrebbe essere sostenuta da una proposta dell’opposizione, la quale, con un atto di indirizzo, impegna l’amministrazione a sollecitare ufficialmente il Prefetto di Palermo nel senso di determinare anticipatamente un’attività di controllo e monitoraggio delle parti di territorio più sensibili; a concordare un’azione di sensibilizzazione rispetto alla prevenzione con l’Assessorato Regionale alle Foreste, con i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile; e a prelevare o fare finanziarie le somme necessarie per l’affissione di manifesti di sensibilizzazione contro gli incendi e di diffusione delle sanzioni cui vanno incontro i fautori degli stessi incendi.

“Questo nostro atto è frutto dell’esperienza vissuta negli anni precedenti ed è volto a evitare il riproporsi di quelle situazioni che hanno danneggiato notevolmente il nostro territorio e messo in serio rischio l’incolumità e il valore dei beni immobili e mobili dei nostri concittadini“, affermano i consiglieri firmatari Luigi D’Eliseo (Gruppo misto), Massimiliano Lo Biondo (PD), Ignazio Davì (PD) e Mimmo Vittorino (Pdl).

 

È auspicabile, quindi, che questo atto propositivo (e non oppositivo) venga aggiunto come ordine del giorno e discusso al prossimo consiglio comunale del 20 maggio.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.