Oggi è 25/05/2019

Politica

LA VERITÀ SULL’ATO: Il video e il racconto dell’intervista

Cosa è l’Ato (min. Inizio-10) Gli Ato (Ambito Territoriale Ottimale) nascono con il decreto Ronchi e sono delle società d’ambito che svolgono il servizio di..

Pubblicato il 14 maggio 2013

LA VERITÀ SULL’ATO: Il video e il racconto dell’intervista

Cosa è l’Ato (min. Inizio-10)

Gli Ato (Ambito Territoriale Ottimale) nascono con il decreto Ronchi e sono delle società d’ambito che svolgono il servizio di igiene urbana. Nello spirito istitutivo della normativa che li ha creati vi era un fine mutualistico tra i comuni e un fine legato al risparmio del costo del servizio, anche se di fatto questo sistema evidentemente ha mostrato tutte le sue criticità.

Non tutti gli Ato però sembrano funzionare male: secondo il consigliere Lo Biondo, infatti, la Corte dei Conti con deliberazione n. 101/2012 VSGF del 14/12/2011 parla di alcuni comuni in cui viene offerto un servizio efficiente grazie alla raccolta differenziata e ad un’ottima capacità gestionale. Tutto ciò sembra però essere mancato nell’Ato2 (quello di cui Monreale è socio di maggioranza), come infatti viene ammesso da una nota ufficiale dell’Alto Belice Ambiente SpA (ABA), con protocollo 942 del 16/03/2012, in cui i liquidatori (Castronovo, Vetrano, e lo stesso Roberto Terzo) parlano di “non corretta gestione della società” e di una loro “comunicazione, in merito, all’autorità giudiziaria competente” (vedi l’allegato n.1 in fondo all’articolo).

 

Controllo dei bilanci dell’Ato. (Min 12- 27)
Il bilancio è un documento economico finanziario che ha una doppia natura, bilancio di previsione (prevede i costi per l’anno successivo) e bilancio consuntivo (approvano le spese relative all’anno trascorso). L’approvazione di questi conti rientra nelle competenze dell’Assemblea dei sindaci.
Il bilancio dell’Ato, infatti, deve essere approvato dai revisori dei conti dell’Aba, detti sindaci (1); controllato e vidimato da una società terza di revisione dei conti (2); e trasmesso nel bilancio del Comune, il quale poi deve essere a sua volta vidimato da altri revisori dei conti (3).

L’attenzione del consigliere Lo Biondo si è spostata proprio sul controllo dei bilanci dell’Ato2: “l’anomalia sta nel fatto che vi era una persona che, nello stesso tempo, era revisore dei conti dell’Aba (1), aveva una sede giuridica nello stesso posto in cui vi è la sede giuridica della società terza di revisione dell’ABA (2), ed era revisore dei conti del comune di Monreale (3). Il responsabile economico dell’Ato, inoltre, è consulente di un Comune che fa parte della società stessa, per cui vi è un conflitto di competenze che è eticamente contestabile.” Quindi il controllore e il controllato sembrano essere la stessa persona.

L’avv. Terzo ha risposto difendendo il suo dipendente: secondo il liquidatore, infatti, un soggetto che contribuisce a far quadrare i conti da due postazioni diverse può arrecare un vantaggio sia per l’ente partecipato che per l’ente locale, in quanto le due cariche non sono incompatibili. Detto ciò, ha precisato che la Corte dei conti fa comunque dei controlli dettagliati e ha invitato il consigliere a fare delle denunce, ma solo se in possesso di prove certe.

Viene anche ricordato che, nel caso dell’Ato2, il bilancio del 2010 è stato approvato ma successivamente impugnato da alcuni soci. Per questo motivo si è aperto un contenzioso che avrà delle conseguenze sui bilanci successivi (2011 e 2012), che non sono stati approvati nonostante sia stata convocata l’Assemblea dei sindaci. Qualche anno fa si è ricorso a società di certificazioni dei bilanci che però non hanno potuto svolgere il proprio lavoro a causa della mancanza di un accordo sui bilanci tra l’Ato e alcuni Comuni. In questi casi si rischia di spendere migliaia di euro per non ottenere nessun risultato.

Voci di spesa ed entrata dell’Ato, problema dei noli, dei formulari tecnici e dei lavoratori (min. 28- 62)
I Comuni sono sia proprietari della società Ato che fruitori del servizio. 
Le voci di entrata sono rappresentate dai corrispettivi versati dai Comuni e ricavati attraverso la riscossione della TARSU e della TIA (tra poco diventeranno TARES). 
Le voci di spesa sono rappresentate, invece, dai costi di gestioni del servizio (costi di conferimento in discarica, personale, manutenzione dei mezzi, ecc).

Il consigliere Lo Biondo ha evidenziato che, nonostante la spesa esosa, non si riescono comunque a coprire gli stipendi, la manutenzione, la sostituzioni dei cassonetti rotti, ecc. La principale anomalia riguarda i noli, che si distinguono in “noli a caldo” (affitto di mezzi con l’autista) e “noli a freddo” (affitto di mezzi senza l’autista). 
Per quanto riguarda ciò, sembra che vi sia un solo contratto di nolo a caldo di n. 2 autocompattatori (vedi allegato n.2 in fondo all’articolo). L’interrogativo che viene quindi posto è: “esiste un solo contratto di nolo o non si vogliono far conoscere gli altri?…..sempre che esistano”.

L’avv. Terzo ha affermato che Monreale produce, nel periodo invernale, 50 mila tonnellate giornaliere di rifiuti e 65 mila nel periodo estivo. La raccolta dovrebbe avvenire attraverso 5 compattatori di 23mq (ne sono disponibili solo 3) e 6 mezzi meccanici con vasca da 5mq (anche in questo caso ne sono disponibili solo 3). La carenza strutturale di mezzi e la mancanza di soldi per riparare quelli guasti, obbliga quindi l’Ato a rivolgersi a ditte esterne per i noli.
Quando vengono affittati i mezzi, la società che si aggiudica la gara non pretende il pagamento immediato, per cui diventa creditrice dell’Ato. Per la riparazione dei mezzi, invece, tutto ciò non è possibile. 
Gli aumenti dei costi, quindi, sono causati dalla situazione di emergenza (anche se i noli venivano fatti da prima). 
All’interrogativo del consigliere Lo Biondo comunque non si è data risposta.

L’attenzione poi si è spostata sui “formulari tecnici“, cioè documenti di trasporto che il trasportatore porta con sè quando va in discarica e che servono per certificare le quantità di rifiuti conferiti. 
Quando viene completata la raccolta dei rifiuti in città, viene effettuata una pesatura (in realtà a Monreale ciò non è possibile perché lo strumento non funziona da decenni, quindi si deve fare una valutazione approssimativa), mentre, quando si arriva in discarica, l’impianto è dotato di un ulteriore sistema di pesatura che certifica l’esatta quantità conferita. Questi dati vanno inseriti, sia dall’Ato che dalla società proprietaria della discarica, proprio nei “formulari tecnici” (vedi, allegato n.3 in fondo all’articolo).

In questo caso Lo Biondo ha mostrato alcuni formulari in cui non vi è specificata la quantità conferita (vedi, allegato n.4 in fondo all’articolo) o altri in cui si evince che la quantità di rifiuti trasportata è inferiore a quella massima. Tutto ciò  inevitabilmente porta ad avere accumuli di rifiuti e quindi alla necessità di aumentare i turni o giorni di lavoro e quindi i giorni dei ricorsi ai noli attraverso le procedure d’urgenza. Si è chiesto quindi come mai nel maggio 2011 i mezzi non venivano riempiti completamente nonostante la città fosse invasa di rifiuti.

L’avv. Terzo ha spiegato che questo problema è dato dal verificarsi di una serie di situazioni che non ne consentono il riempimento come, per esempio, il guasto del mezzo. 
Secondo il liquidatore, inoltre, può capitare che siano gli stessi operatori a non voler riempire il mezzo per protestare a causa del mancato percepimento dello stipendio. Queste casistiche sono comunque oggetto di verifica dei dirigenti. Proprio i lavoratori vanno differenziati, poiché vi sono “persone perbene, che con lo stipendio che non percepiscono in maniera puntuale ci sfamano famiglie intere, che lavorano più di quanto dovrebbero”, ma anche persone che “spesso sono malate senza motivo oppure sono in ferie ingiustificate”.

 

Assunzioni all’Ato (min. 63-72)
In passato le assunzioni sono state fatte attraverso chiamata diretta, quindi senza concorsi pubblici, e in funzione di un accordo di programma quadro che stabiliva i principi delle assunzioni. I lavoratori, quindi, venivano scelti, in ordine, tra i dipendenti degli enti locali che avevano svolto mansioni nell’ambito della raccolta dei rifiuti, gli ASU (attività socialmente utili), i dipendenti di ditte esterne che avevano lavorato per conto dei comuni, e i dipendenti delle municipalizzate o ex municipalizzate. Adesso, però, vi è un blocco delle assunzioni per cui non è possibile assumere nessuno.

Secondo l’avv. Terzo vi è un sovradimensionamento di dipendenti amministrativi rispetto agli operatori: “se vi fosse stato un minimo di lungimiranza, probabilmente oggi vivremmo meglio”.

Lo Biondo ha affermato che questo sovrannumero è causato dalla mancanza di un piano industriale mai attuato, con il quale si sarebbe dovuto stabilire quanto personale (ma anche quanti mezzi) era necessario per svolgere efficacemente il servizio. Il piano industriale sarebbe servito anche per quanto riguarda gli start-up, cioè per stabilire cosa sarebbe servito per arrivare a svolgere un servizio di raccolta differenziata. Almeno su questo i due intervistati sembrano essere stati d’accordo.

 

Raccolta differenziata (min. 73-fine)
“La presentazione del progetto di raccolta differenziata a mio avviso è stata piuttosto prematura, perché prima doveva essere catechizzata in maniera più attenta la comunità“, ha rimproverato Roberto Terzo. 
A Monreale vi sono più di 850 cittadini che conoscono e sono registrati all’ecocentro (l’intenzione dell’Ato è quella di pubblicare l’elenco dei loro nomi), che quindi differenziano, più o meno correttamente, i rifiuti e che hanno un’aspettativa circa la riduzione della TARSU in funzione delle loro percentuali di raccolta. 
Inoltre, da Gennaio è iniziata la raccolta differenziata del vetro presso i commercianti (bar, ristoranti, ecc). L’obiettivo finale è quello della raccolta “porta a porta”. “Ma se la comunità non rispetta le ordinanze comunali sarà tutto inutile, perché il cambiamento deve avvenire dal basso”, spiega amareggiato il liquidatore.

Per finire sono arrivate anche le proposte del consigliere Lo Biondo: riprendere il progetto di premiazione di educazione ambientale delle scolaresche già svolto nel 2009; estendere maggiormente agli uffici pubblici e alle scuole gli strumenti che già esistono per svolgere la raccolta differenziata; e iniziare a ragionare in termini di società privata per migliorare in continuazione tutto ciò che non funziona in maniera corretta.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Capizzi: “Finanziamento per il quartiere Carmine mai finito nel dimenticatoio. Si attende solo il decreto”

    Politica

    Monreale, 24 maggio 2019 - “Una sola precisazione, ad onor di verità. Il finanziamento per il quartiere Carmine non è mai finito nel dimenticatoio”. L’ex sindaco Piero Capizzi puntualizza quanto affermato  ieri dal suo successore, Alberto Arcid..

    Continua a Leggere

  • Monreale, gli assessori prestano giuramento (LE FOTO)

    Politica

    [gallery ids="104439,104440,104441,104442,104443,104444,104445,104446,104447,104448,104449,104450,104451"] Monreale, 24 maggio 2019 - Nel pomeriggio di oggi il sindaco del comune di Monreale, Alberto Arcidiacono, ha convocato i cinque assessori designati. Alla presenza del segretario comunale,..

    Continua a Leggere

  • Bel tempo ancora per poco. Forti piogge in arrivo

    Politica

    Maggio finisce all'insegna del tempo instabile. Sono ore di attesa, la calma è solo temporanea. Ad ovest della Sicilia il vortice è già attivo. Le temperature, secondo i meteorologi, scenderanno di qualche grado.  Le piogge inizieranno già dalla mattina di domani. I nuclei più orga..

    Continua a Leggere

  • Strada colabrodo. Ennesima frana in via Olio di Lino

    Politica

    Chiusa al traffico via Olio di Lino, la strada che collega Borgo Molara a Palermo. Una voragine si è aperta su un lato della carreggiata, mentre sull'altro c'è stata una frana della strada. Traffico in tilt in via Cartiera. Caos anche nelle vie Uccello e Busacca. I tecnici sono già al lav..

    Continua a Leggere

  • III edizione “AlimentiAMO la vita”. Open day a Poggio San Francesco

    Politica

    "AlimentiAMO la vita III edizione - Educazione ai corretti stili di vita per la salute dell'uomo e dell'ambiente..


  • Arrestato Antonino Graviano, dello storico mandamento di Brancaccio. Sequestrata una pistola e 1,5 kg di stupefacenti

    Politica

    Palermo, 24 maggio 2019 -Questa mattina i carabinieri del R.O.S., insieme al comando provinciale di Palermo, hanno tratto in arresto Antonino Graviano, classe 1979, facente parte dell’omonimo nucleo familiare appartenente al mandamento di Brancaccio. Il Graviano è ritenuto respon..


  • Nuovo look per la piramide a vetri. Ripulita dentro e fuori, presto anche illuminata

    Politica

    [gallery ids="104345,104346,104347,104348,104349,104350"] [video width="640" height="352" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2019/05/video-pulizie-piramide.mp4"][/video] Monreale, 24 maggio 2019 - Ancora un segnale di cambiamento dalla nuova amministrazione del sindaco ..


  • Scooter si schianta in corso Calatafimi. Un ferito grave

    Politica

    Palermo, 24 maggio 2019 - Una giornata cominciata molto male a Palermo: dopo che un tir ha bloccato la carreggiata di viale Regione Siciliana in direzione Trapani, un altro incidente è avvenuto pochi minuti fa in corso Calatafimi. Uno scooter si è schiantato contro un'auto, le dinamiche dell'in..


  • “Mons. Michele Pennisi protettore dei mafiosi”. In corso l’indagine sulla diffamazione nei confronti del vescovo

    Politica

    Monreale, 24 maggio 2019 - La città di Monreale è rimasta di sasso dopo che ignoti hanno tappezzato le vie del centro cittadino con un volantino contenente alcune frasi offensive nei confronti dell’Arcivescovo di Monreale, Michele Pennisi. “Mons. Michele Pennisi, Protettore dei mafiosi..


  • Gelsomino: “Dichiarazioni ingenerose. L’amministrazione Capizzi sempre al fianco dei commercianti”

    Politica

    Monreale, 24 maggio 2019 - “Sono molto stupito dalle dichiarazioni rilasciate da Filippo Tusa (presidente dell’associazione dei commercianti, ndr). Ingenerose per il lavoro che abbiamo svolto”. Mimmo Gelsomino, ex assessore della giunta Capizzi, interviene sulle dichiarazioni di Filippo Tusa, ..


  • Monreale, Circolo di Cultura Italia. Un weekend con l’artigianato e con la musica

    Politica

    Monreale, 24 maggio 2019 - Sabato 25 e Domenica 26 Maggio il Circolo di Cultura Italia, nella maestosa piazza Vittorio Emanuele a Monreale, aprirà le porte alla mostra che verra allestita nella sala liberty dedicata al pittore Antonino Leto. Vi aspettano incantevoli manufatti artigianali, r..


  • “FIAT VOLUNTAS DEI” in scena al circolo AUSER di Monreale

    Politica

    Monreale, 24 maggio 2019 - Nell’ambito delle sue attività culturali, l’AUSER Circolo Biagio Giordano di Monreale, nella giornata di sabato 25 maggio prossimo, presso la propria sede in via Venero n. 217, rappresenterà a cura dei propri soci la commedia teatrale “FIAT VOLUNTAS DEI” del..


  • Palermo, traffico in tilt in via Regione Siciliana

    Politica

    Palermo, 24 maggio 2019 - Una mattina di ordinaria follia in via regione siciliana, a Palermo. Traffico in tilt nel tratto della carreggiata in direzione Trapani, all’altezza di via Maria SS. Mediatrice.  Intorno alle 08,00 un Tir è sbandato e si..


  • L’ACM incontra il sindaco. Filippo Tusa: “Sei l’ultima speranza, altri 5 anni così non sono sostenibili”

    Politica

    Monreale 23 Maggio 2019 – Oggi una rappresentanza dell’Associazione commercianti di Monreale è stata ricevuta dal neo sindaco. I commercianti hanno voluto dare il loro saluto e porgere gli auguri ad Alberto Arcidiacono.  Durante l’incontro, informale, chiesto dall’associazione, s..


  • Commemorazioni, diserzioni, prese di posizione e contestazioni: un giorno non qualunque a Palermo

    Politica

    Palermo, 23 maggio 2019 - Nella giornata di commemorazione della strage di Capaci il dibattito a Palermo ruota su più tematiche, tutte - purtroppo - squisitamente politiche o ideologiche. Si è infatti parlato molto di prese di posizione, diserzioni, propaganda e pseudo comizi elettorali in vista d..


  • Giorno del ricordo di Falcone, Salvini: “Chi si divide sulla lotta alla mafia sbaglia”

    Politica

    Palermo, 23 maggio 2019 - "Chi si divide sulla lotta alla mafia, chi usa una giornata di memoria e di futuro per fare la sua piccola battaglia politica sbaglia e fa un torto a Falcone, a Borsellino, alla memoria di tutti gli altri martiri e al Paese intero",


  • Digitale e analogico, due facce della stessa medaglia

    Politica

    Si è svolto a Torino, presso l'Istituto Maria Consolatrice, il convegno “Innovare la didattica con il digitale: istruzioni per l'uso”. L'incontro si inserisce nel tour di formazione Eipass. Gli interventi del dott. Leonetti, docente e tutor di Master presso LTE- Laboratorio Tecnologie dell..


  • Falcone, il sindaco di Monreale in aula bunker a fianco delle scuole

    Politica

    Palermo, 23 maggio 2019 - “Ho voluto condividere questo importante momento con gli studenti, i dirigenti scolastici e i docenti presenti oggi alla cerimonia istituzionale, in memoria delle stragi in cui persero la vita i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Francesca Morvillo e gli agenti ..