Oggi è 11/12/2018

Cronaca

Prevenzione abusi e violenze sessuali su minori: educazione sessuale nella scuola dell’obbligo?

Abusi, violenze sessuali su minori, induzione alla prostituzione minorile, pedofilia sono frequentemente perpetrate all’interno di nuclei familiari, parrocchie e anche all’interno di qualche scuola.

Pubblicato il 13 maggio 2013

Prevenzione abusi e violenze sessuali su minori: educazione sessuale nella scuola dell’obbligo?

 

Il paese di Monreale non è nuovo a questi eventi scabrosi che hanno visto coinvolti minorenni.

Spesso questi fatti vengono tenuti nascosti per la privacy dei bambini e delle famiglie coinvolte. In un piccolo paese come il nostro, infatti, è facile risalire ai protagonisti delle storie col rischio anche di criminalizzare innocenti e vittimizzare colpevoli.

In molti casi, le storie non hanno visto la luce per la paura di mettere al centro del ciclone proprio quei bambini e quei minori che hanno alle spalle famiglie “deboli”, che non hanno strumenti di difesa idonei a far condannare i colpevoli e che spesso vengono a compromessi col “carnefice”, specie quando questi si nasconde dietro una tonaca o ricopre un ruolo di potere nei confronti degli indifesi.

Il caso di cui si parla oggi a Monreale è raccapricciante. Le indagini sono in corso.

Molti monrealesi stanno prendendo posizioni estreme a difesa della presunta vittima o del presunto colpevole. Molti, dall’alto dei loro ruoli istituzionali, prescrivono ricette, attribuiscono colpe, chiedono pene esemplari, contributi e finanziamenti per attuare provvedimenti straordinari, rimandano alla famiglia o alla chiesa cattolica.

E la scuola?

Attraverso il Progetto “Felipe” (corso di “Aggiornamento per docenti e operatori scolastici sul fenomeno dell’abuso e del maltrattamento sui minori”), qualche anno fa, l’osservatorio sulla dispersione scolastica di Palermo aveva investito centinaia di migliaia di euro per la formazione anche di insegnanti di tutti gli ordini di scuola che avevano imparato ad individuare i segnali tipici dell’abuso sui minori e a segnalare i casi sospetti: la segnalazione, infatti, è obbligatoria per chi ricopre una funzione pubblica o lavora in un pubblico servizio.

Ma la prevenzione?

I bambini, oggi, devono possedere quegli strumenti indispensabili per poter vivere in maniera sicura le loro esperienze nel proprio territorio. La parrocchia, la scuola, l’ambito parentale, internet, la TV, la scuola di musica, la palestra sono ambienti di vita quotidiana all’interno dei quali il rischio che si inneschi un meccanismo di paura, è molto forte.

La prevenzione in campo sessuale è stata fino ad ora attuata con gli adolescenti e raramente con i bambini di scuola materna e primaria che possono proprio essere le vittime dei pedofili.

In Italia parlare di sesso a scuola è, ancora oggi un “tabù”. Ci sono genitori che parlano di questi argomenti con i propri figli fin dalla più tenera età, ma molti genitori delegherebbero volentieri. In molte famiglie si evita di parlare esplicitamente di argomenti sessuali con i propri figli, e si ha paura del confronto con l’educazione che potrebbe essere impartita all’interno delle scuole, preferendo che non se ne parli. In questo atteggiamento vengono fortemente supportati dalla chiesa cattolica che sostituirebbe le famiglie, nel caso non fossero in grado di adempiere a questo compito, e rifiutando in qualche caso, di far partecipare i bambini a progetti “coraggiosamente” avviati  da qualche scuola, dimenticando, forse, che tutti sono obbligati alla scuola (la legge Coppino in Italia, nel luglio del 1877, introdusse l’obbligo dell’istruzione elementare), ma nessuno è obbligato alle comunità religiose.

In Danimarca l’educazione sessuale è obbligatoria nelle scuole frequentate dagli studenti compresi fra i  6 e i 16 anni. In Italia, in Grecia e in Irlanda non è previsto l’insegnamento di tale disciplina, ma possono essere tenuti corsi a livello sperimentale ed estemporaneo.

Sarebbe utile, dunque, fornire gli insegnanti di strumenti adatti affinché l’educazione sessuale divenga una forma educativa necessaria, anzi, indispensabile per prevenire e combattere forme di violenza come quelle a cui assistiamo quotidianamente nei confronti delle donne, degli omosessuali e dei minori, affrontando argomenti come la differenza di genere, introducendo il concetto di varianza e non di devianza e argomenti come la violenza sessuale, e gli abusi sui minori attraverso un’interpretazione laica e in prospettiva antropologico-culturale.

L’esigenza di una specifica normativa per l’introduzione nella scuola di temi riguardanti la sessualità, da decenni è oggetto di discussione nel mondo della scuola e nel Parlamento. La prima proposta di legge per l’educazione sessuale nella scuola è del 1975. Successivamente se ne sono aggiunte altre senza riuscire a superare la discussione delle commissioni parlamentari. Il dibattito si arena ancora su questioni di ordine morale.

Nel frattempo, si potrebbe lavorare a progetti curriculari da inserire nei P.O.F delle scuole dell’obbligo, utilizzando quelle norme che riconoscono spazi specifici per affrontare questa importante dimensione dell’essere umano, all’interno della scuola.

“Non basta lanciare anatemi contro la pedofilia o allontanare dai bambini coloro che ne hanno abusato se non si accetta il fatto che il miglior modo per difenderli sia renderli consapevoli” (Lorenzo Arena).

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Randagismo. Gruppo di cani in piazzale Candido e paura tra i residenti

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Il randagismo non rappresenta un problema solo per i cani, che si vedono abbandonati a sé stessi e costretti a cercare cibo tra l'immondizia. I cani, sia in branco che individualmente, possono talvolta sviluppare comportamenti aggressivi o imprevedibili, ed è quello ch..

    Continua a Leggere

  • Saldo TARI, sospese le agevolazioni. È colpa del dissesto? Romanotto: “Assolutamente no si tratta di una delibera votata dalla maggioranza”

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Insieme agli auguri di Natale in questi giorni in alcune case, stanno arrivando i modelli fiscali F24 per il pagamento della TARI, si tratta del saldo rate. Anche se a dire il vero non tutti hanno ricevuto il bollettino, infatti diverse ..

    Continua a Leggere

  • Nella sede Arci Link gli studenti si incontrano: “Monreale è un dormitorio, non ci sono spazi per aggregazione giovanile”

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Quali azioni servono per favorire la partecipazione attiva dei giovani nella vita della comunità monrealese? A chiederselo e a chiederlo sono i giovani del territorio. Nella sede dell'associazione ARCI Link di chiasso Cavallaro, si è tenuto oggi pomeriggio un incontro,..

    Continua a Leggere

  • Crisi di governo. A giorni una donna sarà nominata assessore. Ma persistono i mal di pancia nella maggioranza

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Ancora vacante un posto nella giunta comunale di Monreale. A 10 giorni dalle dimissioni presentate al sindaco da Paola Naimi, non è stato ancora nomin..

    Continua a Leggere

  • Nella Chiesa degli Agonizzanti il presepe artigianale di Sonia Lo Monaco

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Per il secondo anno consecutivo è stato allestito presso la Chiesa degli Agonizzanti di Monreale il presepe artigianale di Sonia Lo Monaco. Il presepe rimarrà aperto fino al 6 gennaio e si potrà visitare dalle 9,00 alle 18,00 nei giorni festivi e dalle 15.00 all..

    Continua a Leggere

  • Il 20 dicembre i mosaici del Duomo di Monreale raccontati in suoni ed immagini

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - In una cornice unica si svolgerà il concerto multimediale per pianoforte intitolato Domus Dei et Ianua Coeli, ispirato ai mosaici del Duomo di Monreale. L'appuntamento è per il 20 dicembre alle ore 21. Si è chiuso per una settimana intera all’interno del duomo di..

    Continua a Leggere

  • Degrado per le strade di Monreale, veicoli abbandonati per anni

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Continua la graduale rimozione dei veicoli abbandonati in giro per la città. Come già detto in un altro a..

    Continua a Leggere

  • Open day alla Guglielmo II, martedì 18 dicembre il preside e lo staff accoglieranno gli alunni delle classi quinte

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Anche quest'anno l'Istituto Comprensivo Statale Guglielmo II apre le porte al territorio. Tutte le famiglie interessate alle iscrizioni per il prossimo anno scolastico alla scuola secondaria di primo grado con i loro bambini e ragazzi, sono invitate a visitare il plesso ..

    Continua a Leggere

  • Monreale, via Esterna San Nicola, oggi il sopralluogo dell’Agenzia Nazionale per i beni confiscati alla mafia.

    Cronaca

    Monreale, 10 dicembre 2018 - Come annunciato si è svolto questa mattina il sopralluogo disposto dalla Agenzia Nazionale per i beni confiscati alla mafia nella via Esterna San Nicola per verificare la grave situazione di pericolo causata dalla frana che ha coinvolto l'unica strada di accesso alla po..

    Continua a Leggere

  • Monreale, dalla “Natività” di Stomer una riflessione sui condizionamenti neurobiologici nell’esperienza artistica

    Cronaca

     Mente e cuore nell’esperienza artistica, Monreale, 10 dicembre 2018 - Si terrà sabato 15 dicembre, alle ore 18,00, un appuntamento dedicato all’artista fiammingo Matthias Stomer, dal titolo “La Natività di Matthias Stomer fra Arte ..

    Continua a Leggere

  • Strazzasiti e l’aiuto “dall’alto” contro le discariche abusive

    Cronaca

      [gallery ids="85636,85638,85639,85640,85641,85642,85643,85644"] Monreale, 10 dicembre 2018 - Non è ancora trascorso un mese, da quando la Delegazione Strazzasiti, con i suoi attivisti più rappresentativi (Maenza, Zuccarello e Salamone) si è adoperata per piantare una yucca nel v..

    Continua a Leggere

  • Monreale, fiocco azzurro per il consigliere comunale Antonella Giuliano

    Cronaca

    Monreale, 9 dicembre 2018 - Arriva un fiocco azzurro all'intero del consiglio comunale di Monreale. A dare la bella notizia è su Facebook la stessa mamma Antonella Giuliano, consigliere comunale del gruppo Forza Italia che nel giorno dell'Immacolata ha dato alla luce il suo secondo genito. Al con..

    Continua a Leggere

  • Albergheria, un quartiere abbandonato tra rifiuti e mercato dell’usato

    Cronaca

    [gallery ids="85594,85592,85591,85590,85589,85587,85586,85584,85585,85583,85582,85581,85580,85579,85578,85576,85577,85575,85574,85573,85572,85571,85570,85569,85568"] Palermo, 9 dicembre 2018 - Qualche bancarella resta anche durante il giorno, ma solitamente il mercato dell'usato all'Albergheria h..

    Continua a Leggere

  • 9 dicembre, nasceva Bruno Trentin, Segretario Generale della CGIL

    Cronaca

    Monreale, 9 dicembre 2018 - il 9 dicembre 1926 nasce Bruno Trentin in Francia, a Cedon de Pavie. Il padre Silvio e la sua famiglia vi trovarono esilio dopo che il regime fascista aveva soppresso tutte le libertà. Partecipa come partigiano alla lotta di liberazione, è dirigente del Partito d'..

    Continua a Leggere

  • Palermo batte Padova 3-1 e resta in testa alla classifica

    Cronaca

    Palermo, 8 dicembre 2018 - Si è tenuta oggi la partita Padova - Palermo, conclusasi 1-3, presso lo Stadio Euganeo. La gara è iniziata in salita per il Palermo, che schiera Brignoli in porta e Szyminski centrale insieme a Rajkovic, Aleesami e Salvi; Chochev ha sostituito lo squalificato Jajalo, com..

    Continua a Leggere

  • Associazione Nati Due Volte, anche quest’anno arriva il mercatino di Natale

    Cronaca

    Monreale, 8 dicembre 2018 - Come gli scorsi anni anche questo Natale l'associazione Nati ..

    Continua a Leggere

  • Il presepe di Nicolò Giuliano esposto all’aeroporto “Falcone – Borsellino”

    Cronaca

    [gallery ids="85537,85536,85535,85534"] Palermo, 8 dicembre 2018 - Esposto all’Aeroporto di Palermo “Falcone - Borsellino” il presepe realizzato dall’artista monrealese Nicolò Giuliano. Il presepe è stato collocato ieri pomeriggio. Oggi, alla presentazione, presenti numerose person..

    Continua a Leggere

  • “Mio padre con i Badalamenti non c’entra nulla, e il disprezzo era reciproco”

    Cronaca

    [gallery ids="85521,85520,85519,85518"] Monreale, 8 dicembre 2018 - Si è svolta ieri, presso la Casa Cultura Santa Caterina, la presentazione del libro “Sono nata Badalamenti” di Maria Badalamenti che lotta quotidianamente affinché il suo nome e soprattutto quello di suo padre non sia assoc..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com