MONREALE RIFIUTA L’AMBIENTE

0
tusa big

Monitorare un centro di raccolta anche senza un sistema di videosorveglianza h24 ci ha consentito di capire meglio quanto necessario sia oggi iniziare la raccolta differenziata nel nostro territorio preso atto di alcuni fatti per noi indicativi, quali ad esempio: i tempi della raccolta dei rifiuti, il grado di efficienza del servizio nel suo complesso, la tipologia dei materiali conferiti dagli utenti in questi punti (cassonetti), il rispetto degli orari di conferimento, il livello di rispetto di alcune norme nazionali e di alcune direttive europee, le condizioni di lavoro degli operatori dell’ATO. 

Infine sulla base dell’esperienza dell’Istituto d’arte Mario D’Aleo abbiamo fatto un giro per le vie di Monreale Città per capire se e come è migliorato il servizio dal 2012.

11 Marzo 2013

Ore 11:35 Via PG 16: Cassonetti distrutti, immondizia per strada (rifiuti di ogni genere: inerti, eternit, vetro, organico), la zona è piena di cani randagi, i rifiuti sono disseminati nella campagna circostante.

ore 11:45 centro di raccolta di via Linea Ferrata: forse il Peggiore del Territorio. La situazione è paradossale. Senza Parole.

Ore 11:50 esterna Sant’Elia: Centro di raccolta pieno, soprattutto subito dietro i cassonetti dove è presente una vecchia e suggestiva abitazione rurale. I rifiuti sono di ogni genere (notevole la presenza di ingombranti)

Ore 11:56 Bivio Caculla/Fiore: Anche qui la situazione non è delle migliori.

Ore 12:15 Giro generale: Tutto come descritto prima, non è passato nessun mezzo.

Alla fine del giro abbiamo rilevato 2 discariche abusive, la prima in via PG 19, la seconda in via Valle Tajo all’interno del bosco di Casaboli. Avremmo potuto multare almeno sei persone, ad alcuni abbiamo chiesto se conoscono gli orari di conferimento, naturalmente no.

13 Marzo 2013

Ore 10:02 Bivio Caculla/Fiore: Situazione non proprio perfetta. La raccolta non è stata effettuata.

Ore 10:27 PG 16: Cassonetti vuoti, materiale e immondizia intorno.

Ore 10:53 Esterna S ant’Elia: Cassonetti vuoti. Intorno come giorno 11.Pieno di materiali ingombranti e rifiuti pericolosi.

Alla fine del giro avremmo potuto sanzionare almeno cinque persone.

Dal 13 al 28 Marzo 

situazione pressoché identica: raccolta a singhiozzo, rifiuti ovunque,nessuna pulizia delle strade.

29/03/2013 Giriamo un video con Summacco tv http://www.youtube.com/watch?v=TzNW3uqXZ0c

 31 Marzo 2013

Ore 10:40 In Paese (Pioppo) solo tre sacchetti lasciati fuori orario

Ore 11:00 Bivio Caculla/Fiore: Cassonetti colmi

Ore 12:19 Linea Ferrata: Cassonetti colmi. Sono presenti: legno, mobili, materassi, frigoriferi.

Ore 12:25 Bivio case Pupella: Cassonetti colmi. Anche presso questo centro di raccolta troviamo di tutto.

Ore 12:30 Sant’Elia: I cassonetti sono vuoti ma intorno c’è di tutto. Il Centro non ha una piattaforma in cemento, tutto viene assorbito dal terreno.

Ore 12:37 Centro Raccolta Pg 19: E’ Stato ripulito, non completamente. Forse perché vicino non ci abita nessuno? Permane cattivo odore. Notiamo che qualcuno ha data fuoco ai rifiuti che erano accatastati lì da giorni.

Ore 12:40 PG 16: Un punto lungo la strada è stato completamente ripulito (altezza esterna pezzente).

Ore 12:45 Poggio San Francesco: Il centro raccolta è stato sicuramente ripulito ma è nuovamente pieno di rifiuti soprattutto di ingombranti (i materassi sono utili ai cani per riposarsi).

Alla fine del giro avremmo potuto multare otto persone per conferimento dei rifiuti fuori dall’orario consentito. Siamo tornati nel pomeriggio e la situazione dei centri di raccolta era notevolmente peggiorata in tutti i centri di raccolta oggetto del “controllo” (case buffa, centro vicino ex supermarchet Capizzi, bivio Caculla, Giacalone, lungo la sp20, PG16, Poggio San Francesco)

4 Aprile 2013

Ore 09:04 Bivio Caculla/Fiore: il centro di raccolta è colmo. Viene effettuata una raccolta parziale chiaramente non sufficiente. Il cinque Aprile siamo da capo a dodici. Il 9 Aprile raggiungiamo uno dei picchi massimi degli ultimi anni.

Ore 09:11 Bivio Case Pupella: Quando arriviamo c’è un auto compattatore, stanno ripulendo, alle 09:37 è stato ripulito perfettamente.

Ore 09:30 Linea Ferrata: Dalle 09:30 alle 10:30 è in continua espansione, i rifiuti invadono la carreggiata.

Ore 09:34 Centro Via Est. Sant’Elia: Cassonetti Colmi. Il cinque aprile i cassonetti sono al Top dell’indecenza. Il sei mattina mandano un auto compattatore solo per questo punto.

Ore 09:50 Poggio San Francesco: Centro di raccolta stracolmo. Campagna e rifiuti sono una cosa sola.

Ore 10:26 PG19: Attraversiamo tutta via PG19, è un’indecenza, rifiuti sparsi per più di cento metri.

Ore 10:26 PG16: Ripuliti i cassonetti. Strade sporche.

Alla fine del giro abbiamo potuto notare che i dipendenti dell’ATO spesso lavorano in situazioni in cui sono veramente a rischio per la loro salute; condizioni che impongono assolutamente un cambiamento immediato. Dopo l’autocompattatore abbiamo visto operatori che con un altro mezzo raccoglievano rifiuti ingombranti. Inoltre avremmo potuto sanzionare cinque persone per conferimento di rifiuti in orario non consentito.

Tante altre cose succedono in un centro di raccolta….basta controllare.

9 Aprile 2013

Il nove Aprile abbiamo ripercorso tutti i centri di raccolta visitati nei giorni precedenti e si trovavano tutti, nessuno escluso, in condizioni inaccettabili; condizioni che non sono congrue alle aspettative di chi, come noi, paga euro 4.92 al metro quadrato per vedersi garantito un servizio efficiente. E’ Bastato quindi fare un giro a Pioppo in prossimità dei centri di raccolta o anche nei luoghi un tempo più rinomati, come Giacalone o Poggio San Francesco, perché avessimo la conferma che il servizio di raccolta non viene effettuato regolarmente e che la raccolta differenziata non è mai partita. E’ bastato poco per capire che c’è tanta inciviltà ma anche tanti interessi che non consentono di educarci a una buona gestione dei rifiuti. E’ bastato poco a noi ma non basta a quanto pare a questa amministrazione come non è bastato alle precedenti tutto il disastro che si è consumato e si consuma nel nostro territorio giorno dopo giorno.

Terminato il nostro giro nei dintorni di Pioppo abbiamo deciso di fare tappa a Monreale. Abbiamo attraversato la Piazza, le vie Principali e poi diverse vie secondarie. Forse sarà poco credibile ma la Piazza non l’abbiamo trovata poi così curata come si sostiene nelle frazioni, anche se i cassonetti erano stati perfettamente svuotati lungo tutte le vie più trafficate.

Abbiamo notato che non siamo solo noi Pioppesi ad essere periferia; si è in periferia anche abitando a due passi da Piazza Guglielmo nel centro storico, sono quei bellissimi posti che oggi mantengono un certo decoro solo grazie alle donne e agli anziani che vivono le loro strade come cinquanta anni fa e che le rendono ancora suggestive nonostante il degrado politico. Abbiamo visitato con una certa curiosità questi vicoli: Salita croci, via Trieste, salita Valenza, Via Baccelli, via Fontana dell’Orto, Via Gamillo e ancora tanti altri vicoletti e chiassi dei quali spesso non si leggeva nemmeno il nome. Tutti ci hanno raccontato come probabilmente hanno raccontato anche agli alunni dell’istituto D’Aleo un anno fa, che qui non si vede nessuno spazzare, sono gli abitanti stessi a pulire con le proprie scope, ad autoregolarsi. Ci raccontano di avere segnalato spesso ai Vigili i loro problemi ma che non hanno ricevuto mai risposte. Il silenzio del Comune verso i problemi di questi cittadini è assordante, sono tutti sfiduciati dalla fognatura alla spazzatura oppure qui non si muove nulla. Alcuni ci rappresentano anche problemi personali come quello di un’invalida che chiede da mesi che venga installato uno scorri mano per riuscire a muoversi da casa.

Ore 13:40 Torniamo a Pioppo con la convinzione che i problemi come quello dei rifiuti e la diminuzione della TARSU partono dal basso e i cittadini sono prontissimi….il problema sta in alto.

Stefano Lo Coco / Nino Carlotta COMITATO PIOPPO COMUNE

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com