UN FLOP LA BIENNALE D’ARTE A MONREALE O SOLO UNA BUONA IMPRESA COMMERCIALE PER GLI ORGANIZZATORI?

0
tusa big

A questa mostra hanno partecipato artisti provenienti da tutto il mondo, perciò avremmo dovuto vedere in giro per la città visi completamente sconosciuti, stranieri.

Siamo stati informati dagli addetti al museo che non è stato registrato un grande afflusso di gente. Solo nell’ultima settimana si è visto un leggero incremento. Nessuna cifra esorbitante: forse perchè è la prima manifestazione del genere, forse perchè non è stata pubblicizzata abbastanza, forse perchè la nostra cittadina mal risponde a manifestazioni del genere. Chissà, sta di fatto che non possiamo vantarci dei risultati raggiunti.

Abbiamo intervistato Rocco Micale, uno degli impiegati del museo nonché artista partecipante alla biennale con una propria opera d’arte. Ci ha informati che anche altri concittadini esponevano proprie opere: Rosalba Madonia, anch’essa impiegata comunale; i fratelli Marotta, Basilia e Giovanni: illustri esponenti dell’arte. Abbiamo appreso che le opere di tutti e quattro questi artisti erano esposte a Palermo, esattamente a Villa Malfitano.

Trattando dell’allestimento generale della mostra, ci è stato detto che quello di Monreale è stato valutato leggermente migliore rispetto a quello delle location palermitane. Noi in questo ci atteniamo a quanto ci è stato detto, non abbiamo avuto modo purtroppo di constatare personalmente. Però non era il massimo neanche questo.

Personalmente sono stata alla biennale, non sono un’esperta d’arte e neanche una grande appassionata, ma quello che ho visto io era una grande quantità di opere d’arte disposta nelle pareti della parte di galleria che è stata dedicata all’allestimento. Se avessero preso tutto lo spazio che quel complesso monumentale possiede sarebbe stata tutta un’altra cosa. So che parlare col senno di poi è molto facile, però le persone “addette ai lavori” queste cose dovrebbero già saperle: gli spazi stretti non si prestano a questo tipo di esposizione. Il visitatore non ha l’occasione di essere catturato dalle opere singolarmente perchè sono messe troppo vicino; alcune sono messe in posizioni tali che si possono guardare solo di profilo.

La domanda sorge spontanea adesso: ci sarà una seconda biennale a Monreale? Sicuramente coloro che hanno organizzato riproporranno l’evento se l’operazione commerciale è andata bene. Staremo a vedere. Speriamo che l’esperienza aiuti a valutare le scelte fatte in precedenza e a migliorarle per ottenere dei risultati diversi, magari più eccellenti.

Per quanto riguarda il riscontro che ha avuto con il pubblico, quello che possiamo raccontarvi è che è stata fortemente criticata e il quaderno delle firme parla chiaro: ci sono molti commenti negativi tra quei pochi positivi. Abbiamo fatto le foto alle varie pagine, così da testimoniarvi la realtà dei fatti.

Vi informiamo che abbiamo contattato l’assessore Giangreco che ci ha farà avere una replica come rappresentante dell’amministrazione.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com