MONREALE, ARRESTATI DAI CARABINIERI DUE FRATELLI

0
tusa big

Sulla scorta di tali indizi il personale delle autoradio intervenute decideva di effettuare una perquisizione domiciliare anche al fine di verificare che i malfattori non fossero proprio all’interno dell’abitazione: nella circostanza Cassarà Giuseppe impediva ai militari di entrare in casa, opponendo loro  resistenza e respingendo uno dei militari cui, nella colluttazione, procurava lesioni guaribili in 5 giorni, venendo così subito tratto in arresto.

Proseguito il controllo su tutto lo stabile gli operanti notavano anomalie all’impianto elettrico di Cassarà Massimo e, fatti intervenire sul posto i tecnici ENEL, questi accertavano che il contatore era stato completamente divelto, creando un allaccio diretto alla rete elettrica pubblica.

Scattate le manette anche per il secondo fratello, entrambi hanno passato il weekend ai domiciliari e stamani, in sede di rito direttissimo, si sono visti convalidare l’arresto, successivamente patteggiando una condanna a 4 mesi di reclusione ciascuna. La pena è stata sospesa, sebbene per il Cassarà Giuseppe, già pregiudicato, solo in vece di due mesi di servizio gratuito presso la Regione Siciliana quale misura alternativa, ed i due, ormai entrambi pregiudicati, sono stati rimessi in libertà.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com