CARI CITTADINI, VI PRESENTIAMO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

0
Araba Fenice desk

 

foto conferenza ATOSi è svolta oggi la conferenza stampa di presentazione del nuovo progetto, portato avanti dall’Ato e dall’amministrazione comunale, riguardante l’introduzione di una raccolta differenziata “spinta” dei rifiuti nel territorio monrealese.

Un servizio finora mancante, ma che potrebbe essere utile da un punto di vista sociale ed economico in un paese che, come afferma il sindaco, “ad oggi si trova in condizioni igienico-sanitarie quasi ottime”.

Il progetto prevede l’introduzione di nuovi sistemi di raccolta e la modifica degli orari in cui sarà possibile il conferimento dei rifiuti. Infatti, prendendo come modello alcune città del nord-Italia, in questi giorni partirà il nuovo servizio di raccolta dei rifiuti.

Si inizierà dai commercianti, i quali verranno dotati di contenitori adatti alla raccolta del vetro, di cui sono i maggiori produttori. Da ciò, il Comune spera di ricavare le risorse necessarie per far partire, entro un mese, la raccolta differenziata anche alle famiglie residenti a Monreale centro, nei quartieri della Bavera e di San Vito, e nelle frazioni di Grìsì, Villaciambra e Pioppo, per le quali oggi è prevista la raccolta RSU porta a porta.

L’obiettivo è quello di estendere, “step to step”, la raccolta differenziata di vetro, plastica, carta, organico, pile, medicinali scaduti e oli usati, a tutta la cittadinanza.
“Si cercherà di procedere per zone, in modo tale da abituare la gente alla novità”, afferma il sindaco, “in periferia, infatti, la raccolta inizierà in un secondo momento”.
In questo periodo di tempo “transitorio”, verranno tenuti comunque aperti gli ecocentri, i quali, svolgendo un servizio ottimo per la cittadinanza, aiuteranno anche a sopperire alla mancanza di infrastrutture adeguate in cui scaricare i rifiuti. Ad oggi, infatti, sono circa 650 i nuclei familiari registrati e probabilmente, l’utenza è destinata ad aumentare.

Abituare i monrealesi al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti sarà compito dei vigilantes, cioè personale Ato (probabilmente gli amministrativi in esubero) che, senza alcun potere sanzionatorio, dovrà vigilare sul rispetto dell’ordinanza del sindaco.
“Questo personale dovrà svolgere dei corsi di formazione e dovrà essere dotato dei mezzi necessari”, ci spiega Roberto Terzo (liquidatore unico dell’Ato), “in modo tale da poter diventare, in un secondo momento, ispettori ambientali dotati anche di potere sanzionatorio”.

Cambieranno anche gli orari in cui poter andare a conferire nei cassonetti: sarà possibile scaricare i propri rifiuti dalle ore 19.00 alle ore 04.00, esclusi i giorni prefestivi, in cui sarà consentito solo fino alla mezzanotte.

“Per quanto riguarda la campagna di informazione dei cittadini abbiamo già provveduto a far stampare dei coupon esplicativi a forma di contenitore da mandare alle famiglie, integrati da una lettera del sindaco”, aggiunge infine il coordinatore tecnico dell’ATO, Antonella Romano.
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com