Oggi è 22/07/2019

Politica

ASS. LA FIORA: L’UNICA ALTERNATIVA AL DECRETO SALVA ENTI SAREBBE STATO IL DISSESTO FINANZIARIO

Vogliamo dare massima trasparenza a questa nostra scelta responsabile. L’approvazione in consiglio comunale, il 27 Dicembre, della delibera di adesione alla procedura del decreto..

Pubblicato il 29 dicembre 2012

ASS. LA FIORA: L’UNICA ALTERNATIVA AL DECRETO SALVA ENTI SAREBBE STATO IL DISSESTO FINANZIARIO

Vogliamo dare massima trasparenza a questa nostra scelta responsabile.

L’approvazione in consiglfoto La Fioraio comunale, il 27 Dicembre, della delibera di adesione alla procedura del decreto “Salva Enti”, ha inevitabilmente sollevato delle “riflessioni”, sia tra le varie forze politiche che tra i cittadini. L’assessore al Bilancio, Giuseppe La Fiora, ha voluto inviare alla stampa un comunicato per spiegare ai cittadini il contenuto e le conseguenze di questa operazione. Ringraziamo l’assessore per la sollecitudine mostrata. Continueremo a seguire con molta attenzione la politica economica e finanziaria adottata da questa amministrazione, per le inevitabili e importanti conseguenze che porta con sé in termini di sviluppo economico e sociale per tutta la cittadinanza. Di seguito il comunicato.  

“Egregio Direttore, Nel ringraziarLa per l’attenzione che Ella, durante questo mio primo anno di attività quale assessore al bilancio del Comune di Monreale, ha costantemente dato al lavoro mio e dell’Amministrazione, Le chiedo ancora una volta ospitalità per veicolare, attraverso il suo giornale, alcune mie considerazioni a beneficio dei cittadini Monrealesi. Credo che in questo momento così importante, che io ho definito “storico” per il nostro Comune,  e che ci vedrà impegnati nei prossimi 58 giorni nella elaborazione del Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale,  i cittadini debbano sentire vicina l’Amministrazione e l’Amministrazione debba sentire la fiducia dei cittadini, dopo avere ricevuta quella del Consiglio Comunale. Ciò in quanto nei prossimi giorni dovremo scrivere, tutti insieme, il futuro della nostra città, dovremo disegnare il precorso virtuoso che  il nostro Ente percorrerà nei prossimi dieci anni; insomma dovremo fare scelte importanti. Mai, come in questo momento, ci sarà bisogno di grande coesione e di grande maturità fra tutti gli attori che saranno chiamati a questo compito, di quella maturità di cui il Consiglio Comunale, nella seduta del 27 dicembre scorso, ha saputo dare prova con quasi tutti i suoi componenti, con i consiglieri di maggioranza che hanno votato si e con l’opposizione che, pur astenendosi, è rimasta in aula per non fare venire meno il numero legale, consentendo di fatto l’approvazione della delibera. Con l’adesione alla procedura del decreto Salva Enti, l’Amministrazione ha fatto una scelta di chiarezza, di verità, di responsabilità. Non abbiamo mai sottaciuto nulla sulla delicata situazione finanziaria del nostro Ente, e siamo stati chiarissimi sul fatto che l’alternativa al Riequilibrio Pluriennale sarebbe stata la dichiarazione di dissesto finanziario. Continueremo a mantenere, anzi ci sforzeremo di aumentare, questo livello di trasparenza nei confronti dei cittadini e dei Consiglieri comunali spiegando e rendendo partecipi tutti delle scelte che faremo nell’unico interesse della città. I cittadini, i dipendenti comunali, i fornitori del Comune, tutti devono avere chiaro che l’Amministrazione avverte tutta la responsabilità del percorso intrapreso, e farà il massimo per salvare l’Ente e con esso gli interessi di  tutti coloro che verso il Comune nutrono delle aspettative in termini di servizi, stipendi, pagamenti, sicurezza del posto di lavoro. Porteremo già lunedì 31 il bilancio di previsione 2012 in Giunta per poi sottoporlo al Consiglio Comunale. Si tratterà chiaramente di una presa d’atto delle spese che sono state impegnate fin qui sulla base delle risorse disponibili e non di un vero e proprio documento di programmazione. La sua approvazione si rende più che altro necessaria per dare autorizzazione alle spese che sono state impegnate durante l’anno dai diversi settori che altrimenti diventerebbero debiti fuori bilancio. Sarà un bilancio tecnicamente in equilibrio in quanto conterrà solamente le spese che troveranno copertura nelle entrate certe del 2012, mentre tutte le altre spese saranno finanziate attraverso il piano di riequilibrio pluriennale.  Successivamente nei prossimi giorni, insieme a tutti i dirigenti, avvieremo la ricognizione dei debiti fuori bilancio e la revisione straordinaria dei residui attivi e passivi, in modo da quantificare lo squilibrio che, insieme al disavanzo che verrà fuori dalla gestione 2012, dovrà poi essere spalmato nei dieci anni di durata del piano, azzerando così definitivamente tutte le falle latenti nel nostro bilancio e ripartendo con nuovo slancio. Terminato questo lavoro passeremo poi ad individuare le modalità attraverso cui procedere al ripiano; potremo intervenire attraverso una variazione dell’aliquota Imu sulle seconde case, visto che su questa abbiamo un certo margine di manovra essendo rimasta a livello base; per quanto riguarda le altre imposte e tariffe invito a non creare inutili allarmismi in quanto il prossimo anno la TARSU sarà sostituita dalla TARES che per legge dovrà garantire l’integrale copertura del costo di raccolta dei rifiuti nonché del servizio illuminazione pubblica, e ciò a prescindere dall’adesione al piano di riequilibrio pluriennale ed eventualmente al Fondo di Rotazione; ma comunque già la TARSU stessa copre il costo del servizio nella misura del 99%; la tariffa dell’acqua garantisce già la copertura al 100% del costo del servizio idrico, per cui non dovremo fare ulteriori aumenti; l’addizionale comunale IRPEF è già al massimo. Pertanto, anche nell’ipotesi in cui si decidesse di aderire al Fondo di Rotazione allo scopo di dare una boccata di ossigeno alla cassa dell’Ente, le conseguenze non sarebbero poi così drammatiche. Anche l’obbligo di ridurre la spesa del personale riguarda esclusivamente il salario accessorio della dirigenza e quindi non avrebbe refluenze sui dipendenti. La legge poi ci consente, al fine di reperire le risorse per il riequilibrio, di utilizzare la vendita dei beni immobili disponibili, cosa questa che, programmata su un arco temporale così sufficientemente lungo, potrà essere ragionevolmente realizzata; nonché l’accensione di un mutuo per il finanziamento, sempre in dieci anni, dei debiti fuori bilancio. Chiaramente sarà l’entità dello squilibrio che accerteremo a guidarci nella scelta tra questi strumenti di finanziamento e nella loro allocazione durante tutta la durata del piano. Insomma nei prossimi giorni ci aspetta un duro lavoro, ma è la consapevolezza dell’importanza di questo lavoro che deve darci la spinta a superare steccati e polemiche inutili che suonano ancora più sterili quando si ha a che fare con il futuro della nostra città. Ringraziando per l’attenzione che continuerà a dare al nostro percorso, formulo a Lei, caro Direttore, e attraverso Lei a tutti i cittadini l’augurio per un 2013 più sereno.

Giuseppe La Fiora Assessore al Bilancio”

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Capizzi: “La vicenda del dissesto ha visto come protagonista l’attuale assessore Sandro Russo, mio ex assessore al bilancio per due anni”

    Politica

    MONREALE - “Credo che le alte temperature di questi giorni alimentino la voglia di qualcuno (e nello specifico mi riferisco al sig. Silvio Russo) di presentarsi come protagonista della politica Monrealese, con il consapevole rammarico d..


  • Giuseppe Morello, dolore al funerale del giovane monrealese (FOTO)

    Politica

    [gallery ids="111514,111515,111516,111517,111518,111519"] MONREALE - Una chiesa gremita ha accolto questo pomeriggio il feretro di Giuseppe Morello. Il giovane monrealese morto nel corso della notte del 20 luglio a Macari, frazione di San Vito lo Capo dopo essere caduto da un’altezza di 10 metr..


  • Monreale, continuano gli interventi degli operai dell’ESA impegnati nella cura del territorio

    Politica

    [gallery ids="111495,111496,111497,111498,111499"] MONREALE - Continuano gli interventi sul territorio monrealese degli operai dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo). Dopo la pulizia dei bordi della circonvallazione invasi dalle canne, così come..


  • I monrealesi possono “fare pace” con il comune, via al ravvedimento delle tasse

    Politica

    MONREALE - Il Comune dà il via al Ravvedimento operoso. I cittadini morosi potranno mettersi in regola con le tasse Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità.  Grazie al Regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso approvato dal ..


  • Dichiarazione dei redditi, entro domani possibile inviare il 730 precompilato

    Politica

    C'è tempo fino al 24 luglio per presentare la dichiarazione dei redditi 2019. Due giorni di tempo per completare la  precompilata ed inviarla al Fisco. Entro domani, infatti, sarà possibile accettare la dichiarazione dei redditi così come messa a punto dall’Agenzia delle Entrate o int..


  • Riqualificazione del quartiere Carrubella, il comune avvia la gara per la progettazione

    Politica

    MONREALE - Il Comune di Monreale avvia la procedura per affidare la fase numero 3 dei lavori di riqualificazione dello storco quartiere Carrubella. Nel 2016 la Regione Siciliana ha ammesso al finanziamento delle spese relative alla progettazione definita dei lavori di riqualificazione urbana dello s..


  • Giuseppe, il ragazzo dagli occhi di mare: domani l’ultimo saluto a Santa Teresa

    Politica

    MONREALE - Domani nella Chiesa di Santa Teresa alle 15.30 familiari, parenti e i tanti amici di Giuseppe si riuniranno per dare l'ultimo saluto al ragazzo dagli occhi del mare. Quello stesso mare che se lo è portato via. Giuseppe se ne è andato cadendo dalla scogliera di Macari, frazione di San Vi..


  • Partinico, maxi coltivazione di marijuana: arrestati padre e figlio con pollice verde

    Politica

    PARTINICO - Il padre e il figlio hanno costruito una serra di marijuana che avrebbe fruttato almeno 100mila euro. La scoperta è stata fatta dai carabinieri di Partinico in contrada Tammì. Erano 112 le piante coltivate nel terreno di famiglia. Come riporta il Giornale di Sicilia, a finire in man..


  • «Monrealexit», verso il referendum per dire addio al comune di Monreale

    Politica

    SAN GIUSEPPE JATO - Continua l’operazione «Monrealexit» delle contrade monrealesi vicine al comune di San Giuseppe Jato. Il progetto prevede che 180 cittadini monrealesi, ma solo nella carta, passino sotto l’egida del Comune di San Giuseppe..


  • Un murale per Danilo Dolci, il Gandhi di Sicilia guarda il mare di Trappeto

    Politica

    TRAPPETO - Il volto del Gandhi siciliano rivive a Trappeto in un grande murale realizzato davanti al mare del paese in provincia di Palermo. L’immagine di


  • Ha pagato il pizzo per diciassette anni. Libero grazie all’associazione Addiopizzo l’imprenditore di Altofonte Giovanni Sala

    Politica

    ALTOFONTE - La Corte d'Appello ha confermato ieri le condanne in primo grado con rito abbreviato ai tre presunti taglieggiatori che da diciassette anni costringevano Giovanni Sala, proprietario di una cava ad Altofonte, a pagare il pizzo: si tratta del boss Salvatore Raccuglia, condannato a 17 anni ..


  • La nuova rubrica «Leggi le Leggi», Decreto crescita 2019: novità fiscali, imprese e terzo settore

    Politica

    Leggi, decreti, sentenze, circolari e delibere. Com’è difficile districarsi nell’infinito mondo della burocrazia italiana! Da oggi Filodiretto apre una nuova rubrica, curata da Massimiliano Lo Biondo, che cercherà di spiegare e descrivere alcune delle più importanti leggi e dei più significa..


  • Riorganizzazione macchina comunale, Giacopelli: Situazione difficile, ma non bisogna “appagnarsi”

    Politica

    MONREALE - In questi giorni, uno dei temi su cui maggiormente si discute è senza dubbio quello che riguarda la riorganizzazione della cosiddetta “macchina amministrativa” del Comune. Sull’argomento interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzi..


  • Dissesto finanziario, Russo: “La Ficano è complice insieme a Capizzi, lo dice la Corte dei Conti”

    Politica

    Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Aziendale Cgil Monreale, Silvio Russo. 

    In riferimento all’articolo dell’ex sindaco di Monreale Avv. Capizzi pubblicato ieri dalla testata giornal..


  • Contro “l’inverno dello spirito”. Riflessioni su Andrea Camilleri

    Politica

    Riflessioni su Andrea Camilleri Scrivere su Andrea Camilleri? Pallido tentativo, certamente banale, incompleto, riduttivo “riddiculu". Ci si può limitare a scrivere un aspetto della sua vita, uno dei tanti geniali pensieri, quello che magari più di tutti gli altri ha aiutato la vita di ciascu..


  • Monreale a lutto per Giuseppe Morello, aveva una vita davanti

    Politica

    MONREALE - Dolore e lacrime a Monreale per la morte di Giuseppe Morello. Un ragazzo che si trovava nel pieno della sua giovinezza. Aveva appena 20 anni Giuseppe e la comunità di Monreale è sotto choc per la sua scomparsa.

    Una giornata al mare con gli amici si è t..


  • Il boss di San Giuseppe Jato è malato, prosciolto dal processo Nuovo Mandamento

    Politica

    SAN GIUSEPPE JATO - Il boss mafioso di San Giuseppe Jato sta troppo male per sostenere il processo e la Corte d'appello lo proscioglie e ordina la sua scarcerazione. Gregorio Agrigento ha così ottenuto la libertà grazie a delle perizie che hanno stabilito la sua “incapacità irreversibile di ..


  • Giuseppe Morello, 20enne monrealese precipitato da oltre 10 metri sugli scogli a Macari. Indagini aperte

    Politica

    SAN VITO LO CAPO - Una giovane vita stroncata quella di Giuseppe Morello, 20enne monrealese morto ie..