CARO BABBO FILIPPO,

0
Araba Fenice desk

Babbo Filippoi bambini e i genitori della scuola Pietro Novelli di Monreale, come saprai, da tanti anni fanno sacrifici per avere una scuola migliore:

trasferimenti in locali della Chiesa (salone parrocchiale della Chiesa di Santa Teresa, locali della Badiella) e in altre scuole che ci hanno ospitato tanti anni fa (Francesca Morvillo e Antonio Veneziano) con turni pomeridiani, e abbiamo avuto, persino, la scuola tre giorni alla settimana. Ora eccoci qui, alla Badiella da due mesi, con la speranza di tornare nella nostra “nuova” scuola, l’attuale P. Novelli, al più presto possibile. Adesso, Babbo Filippo, vorremmo chiederti, come regali di Natale, le seguenti cose: sedie e banchi presentabili, aule con muri dipinti, bagni funzionanti e puliti, classi pulite, porte nuove, fotocopiatrice funzionante, possibilità di fare la raccolta differenziata, armadietti, attaccapanni, tende colorate, una scuola, insomma, senza avere esigenze di trasferirci ancora, e materiali utili per poter studiare come studiano i bambini di tutta Europa.

Caro Babbo Filippo, noi non vorremmo solo giocattoli, come i bambini piccoli, ma cose utili per avere un futuro migliore, perché Monreale può cambiare se noi contribuiamo avendo una formazione migliore che si può avere solo a scuola.

Giacché ci siamo, se tu potessi fare uno sforzo in più, vorremmo utilizzare i piccoli spazi che ci sono intorno alla scuola per fare attività motoria, quindi Babbo Filippo, potresti attrezzarci questi spazi con erba sintetica e una piccola struttura coperta?

Dimenticavamo una cosa molto importante, caro Babbo, ti chiediamo di fornirci i pulmini per prendere tutti i bambini, ovunque essi vivano, e portarli a scuola, ogni giorno.

Speriamo che tu possa farci questi regali, altrimenti lo chiederemo alla Befana.

Grazie.

I bambini della V E della scuola primaria Pietro Novelli.    

Ricevi tutte le news

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com