APPROVATO L’ODG SULLO STATO DEI LAVORI DEL MANTO STRADALE DI AQUINO

0
Araba Fenice desk

NON APPROVATO UN DEBITO FUORI BILANCIO MENTRE SU ALTRI DUE LA DISCUSSIONE E’ STATA RINVIATA

E’ proseguita stamattina la seduta del consiglio comunale interrotta ieri. Una decina i consiglieri comunali presenti. Approvato l’odg sullo stato dei lavori del manto stradale di Aquino. I punti 10 e 11 all’odg, relativi alla legittimità di debiti fuori bilancio di alcuni cantieri regionali, sono stati rinviati. Il funzionario chiamato a relazionare, il geom. Autovino, ha dichiarato di non avere competenza sull’argomento perché non era tecnico del comune alla data dei lavori. Secca la risposta del segretario comunale, Ettore Sunseri, che avrebbe preferito che il geometra avesse conferito anticipatamente con lui per evitare di andare in consiglio inutilmente. Insufficienti invece le motivazioni addotte dal geometra per il consigliere Vittorino, mentre Lo Biondo ha voluto sottolineare la mancanza di organizzazione dell’amministrazione che distoglie inutilmente dai propri impegni lavorativi un dipendente. Tra i consiglieri si è accesa una forte discussione sul successivo punto all’ordine del giorno, l’approvazione della delibera per il pagamento di un debito fuori bilancio per l’importo di circa €300. Il consigliere Caputo (PDL) chiede chiarezza sui criteri adottati dal comune per decidere quando presentarsi in giudizio. “Spesso non ci presentiamo in giudizio per importi di alcune centinaia di euro, pagando spese legali per cause perse in contumacia. Nel corso degli anni la somma di piccoli importi ha portato a voci di spesa elevate”. Rincara la dose il consigliere Lo Biondo (PD), dichiarando come vi sia “troppa superficialità nell’affrontare la questione dei debiti fuori bilancio. Su questi debiti è necessario fare una seria ricognizione”. Il consigliere Lo Coco (PDL) dichiara di avere sempre chiesto di scindere i debiti dagli interessi, così da pagare i soli interessi per bloccarli. “Non accetto di caricare sulle spalle dei cittadini il peso di debiti contratti da precedenti amministrazioni. Il cittadino che rivendica un proprio diritto non può essere costretto a rivolgersi al tribunale. Un’amministrazione seria deve chiedere scusa al cittadino”. Alla presenza di un esiguo numero di consiglieri in aula non passa la delibera di approvazione del debito fuori bilancio.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com