DA ANTIGONE AD IPAZIA, SI CONCLUDE IL PROGETTO SULLE PARI OPPORTUNITA’

0
Araba Fenice desk

La premiazione chiude il progetto Ipazia. Gli elaborati hanno esaltato diverse modalità espressive.

Monreale, 30 novembre 2012 – Un quadro, un video, una poesia e un testo in prosa si sono aggiudicati i tre premi previsti dal progetto “ Da Antigone ad Ipazia, scuola di Pari opportunità”, di cui si è svolto, questa mattina, il seminario conclusivo. I vincitori sono stati annunciati a sorpresa, dopo aver visionato tutti gli elaborati che hanno partecipato. Ad aggiudicarsi il primo premio è stata la V A dell’istituto d’Arte “Mario D’Aleo” con un quadro dedicato alla poetessa greca Saffo. Si è piazzato al secondo posto l’elaborato presentato dall’associazione “Benedetto Balsamo”: un video dal titolo il “Cammino della donna”. Al terzo posto, il lavoro di una coppia di studentesse del liceo Emanuele Basile, Rosalia Di Fulco e Silvia Vaglia, che hanno elaborato una poesia “Essenze femminili” e un testo in prosa “Donne pienamente affermate per una società arricchita e valorizzata”. Gli autori dei lavori hanno spiegato ed intrattenuto tutor, relatori ed autorità, invertendo i ruoli dei precedenti seminari, quando avevano ascoltato e preso appunti. Soddisfatta l’assessore comunale alle Pari opportunità Lia Giangreco, che molto si è spesa in favore del progetto: “l’elevato livello degli elaborati presentati ci conforta sull’efficacia dell’iniziativa che abbiamo intrapreso. Dalle tematiche proposte sono stati colti spunti di riflessione interessanti, il che ci lascia ben sperare nel futuro e in una partecipazione più attiva delle donne in ogni campo che sani i gap purtroppo ancora esistenti”.“ Mi auguro – ha detto il sindaco Filippo Di Matteo – che, anche grazie a questo progetto, si sani al più presto il gap di rappresentatività che purtroppo ancora registriamo nelle istituzioni monrealesi.”. L’iniziativa è stata realizzata dal comune di Monreale e finanziata dal ministero delle Pari opportunità. Vi hanno collaborato il liceo classico “Emanuele Basile” e l’istituto d’Arte “Mario D’Aleo”, le associazioni cittadine “Donnattiva”, “Amunì”, “Benedetto Balsamo” e “Nuovi spazi”. Tutti gli elaborati presentati hanno dimostrato creatività e capacità riflessiva il cui valore ha impegnato al lungo la commissione valutatrice nell’ardua impresa della scelta. I quattro incontri intorno a cui si è articolato il progetto Ipazia sono stati: l’arte, la scienza, l’imprenditoria e la politica. Una rappresentanza delle relatrici dei seminari ha partecipato alla premiazione, interessandosi e approfondendo il contenuto di alcuni elaborati.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com