Botta e risposta tra il sindaco Di Matteo e il consigliere provinciale Mortillaro

0
Araba Fenice desk

Di Matteo: Mortillaro mi contrasta da quando ho revocato al fratello l’incarico al Biviere. Mortillaro: il sindaco accetti un consiglio: sia serio e si dimetta

Giuseppe Mortillaro

Continua il botta e risposta tra il sindaco Di Matteo e l’opposizione in un rimbalzo di accuse e responsabilità che non trova fine. L’ultima sfilettata è quella lanciata dal primo cittadino al consigliere provinciale Giuseppe Mortillaro del Gruppo Misto. Sulle pagine del quotidiano La Sicilia, un articolo del 10 novembre, a firma Maria Modica, riportava le dichiarazioni del sindaco, in risposta alle affermazioni di Mortillaro espresse durante la conferenza stampa convocata il giorno precedente da 11 consiglieri comunali dell’opposizione. In quell’occasione, Mortillaro, invitato al tavolo, aveva ammesso pubblicamente di avere commesso un gravissimo errore nell’avere appoggiato proprio Di Matteo al ballottaggio delle amministrative 2009. Un errore, a suo dire, confermato in questi anni dalla cattiva amministrazione del paese che era seguita alla vittoria di Di Matteo, e che l’aveva portato ad assumere delle posizioni pesantemente critiche nei confronti dell’ex alleato. Nelle dichiarazioni rilasciate a Maria Modica il sindaco aveva affermato per tutta risposta: “Il consigliere Mortillaro ha scoperto questo fallimento e questa incapacità soltanto dopo che a luglio ho revocato l’incarico da presidente del consorzio Biviere al fratello, il cui compenso è più alto di quello del sindaco”. A queste parole non si è fatta attendere la replica del diretto interessato che ha dichiarato: “Il sindaco conosce bene il suo compenso ed anche quello del presidente del consorzio Biviere essendo lo stesso presidente. Tra l’altro stiamo avviando le procedure alla procura della corte dei conti per risaltare la doppia veste del sindaco in un comune con oltre 20 mila abitanti ed in qualità di ente controllore e di presidente del consorzio biviere. Non intendo replicare ad una persona in delirio che avrebbe bisogno di tanto sostegno nell’ottica di una reciproca collaborazione da me manifestata e mai corrisposta. Non ho mai lesinato di porre all’attenzione delle istituzioni deficienze dei servizi non risparmiando in passato critiche e suggerimenti. Chi ha voglia e possibilità può comunque consultare carte, articoli e documenti. Lancio un invito al Sindaco per il bene dei cittadini di Monreale e dei dipendenti: di essere serio e dimettersi.”

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com