Oggi è 23/06/2018

Libri

Il due novembre ricordiamo l’Antologia di Spoon River

Novembre, cuore dell’autunno, segna il malinconico passaggio dalla gioiosa estate al severo inverno. Questo periodo viene vissuto come tempo d’angoscia specie per noi isolani,..

Pubblicato il 2 novembre 2012

Il due novembre ricordiamo l’Antologia di Spoon River

Novembre, cuore dell’autunno, segna il malinconico passaggio dalla gioiosa estate al severo inverno. Questo periodo viene vissuto come tempo d’angoscia specie per noi isolani, così romanticamente meteopatici da accusare la mancanza del sole non appena una nuvola ne copre la visuale. Il recente cambio di lancette, che rende le giornate più buie, ricalca il senso di sublime e, passando dal Duomo del paese un brivido percorre la schiena di chi legge il monito del grande orologio della cattedrale che recita più o meno in italiano “non sai quando sarà la tua” riferendosi all’ora della morte appunto. In questo clima il due novembre, giornata dedicata alla commemorazione dei defunti ma volgarmente chiamata “la festa dei morti”, si usa recarsi presso i cimiteri che d’un tratto si riempiono tanto di vivi quanto di morti e, tutti assieme, riavvicinati nel pensiero del ricordo in uno spazio ad esso dedicato, si riuniscono in un tempo determinato per una frazione d’infinito, legando ciò che si muove nello spazio e nel tempo con ciò che, invece, vaga. Secondo la tradizione, il due mattina, i defunti lasciano ai parenti più piccini dei doni presso la cucina della loro dimora, segno tangibile di un legame saldo tra passato e presente, a ricordo di uno stesso sangue che è ancora in circolo per la terra. Tali riflessioni portano a chiedersi “cosa mai ci direbbero i defunti se potessero ancora comunicare con noi?”. Sulla scia di questa domanda nasce il mio suggerimento a leggere la celebre Antologia di Spoon River, raccolta di epitaffi del poeta Edgar Lee Masters che vennero pubblicate tra il 1914 e il 1915. Ogni poesia racconta la vita di ciascuna persona sepolta presso il cimitero di un piccolo paesino immaginario. Supponete di varcare il cancello di questo camposanto, di camminare lentamente lungo i sentieri silenti e di fermarsi di fronte ad ogni singola lapide, aspettando pazienti finché, pian piano, un’eco lontana vi raggiunge a proferir parole di chi non c’è più. Parole di gente mai conosciuta in vita che ci dona un tratto del loro io più vero, in un breve epitaffio, dopo la morte. Andata in frantumi la loro maschera sociale possono esprimersi nella più ampia libertà di pensiero, così ampia che spesso noi vivi ci auto-censuriamo pur di non permettercela. A tal proposito propongo un epitaffio, quello del signor Cassius Hueffer : “Sulla mia pietra hanno inciso le parole : la sua vita fu generosa, e gli elementi in lui così commisti Che la natura potrebbe levarsi a dire al mondo intero : questi fu un uomo>>. Coloro che mi conobbero sorridono Leggendo questa vuota retorica. Il mio epitaffio doveva essere : la vita non fu generosa con lui, e gli elementi in lui così commisti che fece guerra alla vita, e ne fu ucciso>>. Da vivo ho dovuto soccombere alle malelingue, ora che sono morto mi tocca sopportare un epitaffio scolpito da uno sciocco!”. Con l’avvento della morte che priva il volto della maschera sociale, prontamente i vivi tendono a “truccare” il volto nudo del defunto, colorandolo di una bontà e di una riconoscenza forse mai provata mentre il pover uomo era in vita. Già, perché sopra questa superficie terrestre siamo come “mala erba”, non per nulla si dice “l’erba tinta un more mai”; ma, non appena ci apprestiamo a far da concime, ecco che la nostra anima viene beatificata attraverso il ricordo della mala erba ancora in vita. Cassius Hueffer si ribella per l’ingiustizia provocata da una menzogna e dall’aldilà fa sentire il suo dissenso. Forse perché il VERO è il fulcro della ricerca dell’anima, non soltanto meta di vita, per questo non può arrestarsi neppure quando la parte materiale di noi cessa d’esserci. Nella ricorrenza della “festa dei morti” il pensiero vaga verso queste anime e si chiede cosa potrebbero dirci oggi, non immaginandoli lontani ma parte di noi e del nostro cosmo, ricordando il monito della necropoli di Montelepre che recita “eravamo come voi, sarete come noi”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Tre gattini salvati appena in tempo a Monreale

    Libri

    Monreale, 23 giugno 2018 - Stamattina tre gattini sono stati salvati in due zone diverse a Monreale. Due dei cuccioli..

    Continua a Leggere

  • Dibattito antimafia al Palazzo Arcivescovile di Monreale: la cultura è arma contro la criminalità

    Libri

    Monreale, 23 giugno 2018 - Un vero e proprio dibattito sul rapporto tra cultura e mafia, quello che ieri pomeriggio ha animato il salone del Palazzo Arcivescovile di Monreale. L’incontro, dal titolo Combattere la corruzione e la mafia con la Cul..


  • Ho Mobile è l’anti Iliad. Ecco l’operatore lowcost di Vodafone. Tutto incluso a 6,99 euro

    Libri

    Ho mobile è il nuovo operatore virtuale che nasce in casa Vodafone che si pone l'obbiettivo di sfidare Iliad. Ho Mobile irrompe sulla scena degli operatori di telefonia mobile a sorpresa volendo rubare la scena alla francese Free Mobile che a inizio giugno era arrivata sul mercato italiano con..


  • A San Cipirello vietati i negozi di Cannabis light. Il sindaco: «Pericolosi per la salute»

    Libri

    San Cipirello, 23 giugno 2018 - A San Cipirello il sindaco vieta l’apertura di un negozio di prodotti derivati dalla canapa. Un caso che farà certamente discutere e che creerà dei precedenti. Il primo cittadino Vincenzo Geluso ha ordinato il divieto di prosecuzione all’apertura dell’attivit..


  • Musica senza frontiere, Silvia Vaglica in concerto insieme agli allievi della Caritas e Don Bosco

    Libri

    Monreale, 22 giugno 2018 - Una festa di musica è stata regalata oggi pomeriggio nella chiesa di San Gaetano con il concerto Musica senza frontiere. Nell'ex Albergo dei Poveri si sono esibiti pianisti, percussionisti e chitarristi in ensemble con brani di tutti i generi musicali. I giovani musicisti..


  • Illuminazione pubblica, una petizione per chiedere il ripristino

    Libri

    Monreale, 22 giugno 2018 - Ancora una volta si torna a parlare di strade al buio e conseguente mancanza di sicurezza per la cittadinanza. Via Circonvallazione, via Pietro Novelli alta, via Regione Siciliana, via Biagio Giordano, quartiere Bavera da anni soffrono la carenza di illuminazione pubblica...


  • Cimitero Monreale, ripulito da erbacce e rifiuti

    Libri

    Monreale, 22 giugno 2018 - Il cimitero di Monreale non è più una “foresta”. Stamattina la Ditta Mirto ha ultimato la pulizia delle tombe e dei viali principali. Ora si presenta, come testimoniano le immagini, confacente al luogo che rappresenta. La pulizia del luogo è iniziata circa un mes..


  • Riapre il cimitero di San Martino delle Scale. A Monreale cambiano gli orari d’apertura

    Libri

    Monreale, 22 giugno 2018 - Riapre il cimitero di San Martino delle Scale. Come avevamo anticipato ieri, l'attività dei Ris di Messina si è conclusa ieri. Così i cancelli del camposanto della frazione di Monreale, di proprietà dell'Abbazia Benedettina, saranno riaperti ai visitatori.  A M..


  • Violenza in ospedale. A Partinico naso e mascella fratturata per un vigilantes

    Libri

    Partinico, 22 giugno 2018 – «Un’altra aggressione inaccettabile e da condannare con la massima fermezza. Perseguiremo in tutte le sedi competenti l’autore della inaudita violenza costituendoci parte civile negli eventuali procedimenti». A dichiararlo è il commissario dell’Asp di Palermo, ..


  • Operazione “Ghostbuster”. 13 arresti per tentata estorsione, furto aggravato, rapina, ricettazione e spaccio di sostanze stupefacenti (IL VIDEO DELL’OPERAZIONE)

    Libri

      [embed]https://www.youtube.com/watch?v=zxdAdODs5Io&feature=youtu.be[/embed] Termini Imerese, 22 giugno 2018 - Sono due i gruppi criminali che questa mattina, all'alba, sono stati colpiti dall'operazione congiunta dei Carabinieri di Termini Imerese, del Nucleo Cinofili di P..


  • Cimitero di San Martino. I Ris aprono le tombe. Le salme al cimitero di Monreale

    Libri

    Monreale, 21 giugno 2018 - Anche questa mattina i carabinieri del reparto investigazioni scientifiche di Messina erano a lavoro all’interno del cimitero di San Martino delle Scale. Sul posto erano operativi anche i vigili del fuoco di Palermo del reparto Speleo-alpino-fluviale, impegnati a coadiuv..


  • Coltiva la marijuana con la corrente a scrocco. Sequestrate 300 piante, un fucile e cartucce

    Libri

    Torretta, 21 giugno 2018 - I carabinieri, a seguito di alcune attività investigative, hanno arrestato per i reati di detenzione illecita di sostanze stupefacenti, detenzione di armi senza autorizzazione e furto di energia elettrica, un 32 enne di Torretta.


  • Rapina alle poste di Boccadifalco. Si fingono armati portano via i soldi. Ricercati due giovani

    Libri

    Palermo, 21 giugno 2018 - Una rapina questa mattina intorno alle 11.30 a Palermo si è consumata all’ufficio postale di Boccadifalco. Secondo le testimonianza, a compiere il blitz all'interno della posta sono stati due giovani che avrebbero un'età di circa vent’anni. I due rapinatori hanno fatt..


  • L’importanza di costruire una password sicura

    Libri

    21 giugno 2018 - Al giorno d’oggi essere vittima di un attacco ai propri account è putroppo una ricorrenza alla quale siamo abituati. Considerando il numero di account che ci troviamo a gestire tra vari indirizzi email, Netflix, internet banking o


  • Strage di Partinico, alla Cgil Palermo il premio dell’osservatorio per la Legalità “Giuseppe La Franca”

    Libri

    Palermo 21 giugno 2018 – La strage di Partinico, dove morirono Giuseppe Casarrubea e Vincenzo Lo Iacono,  e gli attentati del 22 Giugno 1947, con gli assalti, alle Camere del Lavoro di Borgetto, Carini, Cinisi, Monreale, San Giuseppe Jato. La Cgil e i familiari delle vittime venerdì 22 giugn..


  • “I Love Monreale”, sabato 23 giugno la sfilata sul red carpet in corso Pietro Novelli

    Libri

    Monreale, 21 giugno 2018 - Voleva essere un successo e così è stato per la seconda edizione di “I Love Monreale”, coinvolgendo il pubblico in piazza Guglielmo II con un crescendo di emozioni che ha tenuto tutti col fiato sospeso sino all’ultimo. Diversamente da quanto si potrebbe pensar..


  • «La diversità non deve allontanare, ma unire», alla Nati due Volte «Le disavventure di Pinocchio»

    Libri

    Monreale, 21 giugno 2018 - Ieri pomeriggio al Centro Pietro Morici, sede l’Associazione “Nati due volte onlus”, è stata messa in scena dai ragazzi, familiari e volontari della omonima associazione insieme all’associazione “Pensiamo in Positivo” di Palermo la Favola rivisitata “Le disa..


  • San Martino delle Scale. Cittadini (di serie B?) costretti a camminare facendosi luce con i telefonini

    Libri

    San Martino delle Scale (Monreale), 21 giugno 2018 - Cittadini (di serie B?) costretti a camminare facendosi luce con i telefonini. Siamo a San Martino delle Scale. La frazione montana di Monreale, negli ultimi anni caratterizzata da un forte incremento demografico, con tanti villini che in questo p..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com