Monreale, crisi nel PD. La maggioranza del gruppo consiliare non voterà per i candidati regionali del partito

Antonio Rubino: “Il PD non è un autobus. Zuccaro dovrà dire se è ancora un dirigente del PD e spiegare questa incongruenza”. Mimmo Vittorino: “Nessuna anomalia”

0
Araba Fenice desk

Monreale, 16 settembre 2017 – La crisi del Partito Democratico monrealese attende solamente di essere aperta ufficialmente. Ad ulteriore conferma la forte spaccatura che sta vivendo in occasione delle regionali di novembre. Solo tre dei dieci consiglieri voteranno i candidati del partito alle regionali di novembre. Una situazione che ha del paradossale. 

Due dirigenti del partito, un ex assessore, Toti Zuccaro, e un ex deputato nazionale, Tonino Russo, non si candideranno nelle file del Partito Democratico, hanno optato per “Arcipelago Siciliano”, la lista creata da Leoluca Orlando a sostegno del candidato Presidente Fabrizio Micari.

La lacerazione del PD monrealese si riflette sul suo gruppo consiliare. La maggioranza dei 10 consiglieri comunali (erano 11 fino a poche settimane fa quando Rossella Pica ha abbandonato il partito), non voterà né farà campagna elettorale per il partito di cui ancora tiene la tessera. 5 sono in quota Zuccaro, uno in quota Russo. Un altro componente del gruppo con molta probabilità appoggerà un altro candidato del centro sinistra. Solamente tre consiglieri rimangono fedeli al PD.

Per Mimmo Vittorino, capogruppo del PD, vicino a Toti Zuccaro, non si può parlare di scandalo. “Nessuna anomalia. Anche alle comunali di Palermo i candidati del PD sono confluiti nelle liste di Orlando”. Situazione differente. In quel caso il Partito Democratico non aveva presentato il simbolo.

Antonio Rubino è il commissario monrealese del partito, oltre ad essere il responsabile regionale dell’organizzazione dei democratici: “Stiamo lavorando fino all’ultimo per riportare tutta la classe dirigente del PD all’interno del partito. Il PD non è un autobus. Attendiamo comunque gli atti ufficiali prima di prendere delle decisioni. Se dovessero verificarsi questi passaggi convocherò un incontro con i consiglieri comunali di Monreale”.

Toti Zuccaro in realtà è già partito con la campagna elettorale. Circolano i suoi facsimli con il simbolo di “Arcipelago Siciliano”. “Allora – continua Rubino – sarà Zuccaro a doverci dire se è ancora un dirigente del PD e spiegare questa incongruenza”.

Ma anche ieri Tonino Russo ha dato la sua disponibilità ad entrare in “Arcipelago Siciliano”, ed ha ufficializzato le sue distanze dal partito regionale. Sbattendo la porta.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale