Modifiche Tassa sui rifiuti. Costantini (M5S): “L’amministrazione mette le mani nelle tasche dei Monrealesi”

Critiche da tutta l'opposizione ma anche dalla maggioranza. Quadrante (PD): "Ennesimo innalzamento delle tasse a carico dei cittadini"

0
tusa big

Monreale, 11 agosto 2017 – “L’amministrazione mette, per l’ennesima volta, le mani nelle tasche dei Monrealesi aumentando il proprio l’incasso di oltre 300.000 euro riducendo l’attuale sistema di agevolazioni”. Il consigliere comunale del  Movimento 5 Stelle attacca a muso duro le modifiche al regolamento IUC (parte TARI) approvate ieri pomeriggio in aula con 12 voti favorevoli e 10 contrari. 

Fabio Costantini – M5S Monreale

“Provvedimento illogico che crea forti sperequazioni in quanto applicato alla parte di tributo relativa ai conferimenti in discarica. Sarebbe stato preferibile spingere in modo deciso sulla raccolta differenziata dando modo di ridurre i costi e premiare i tanti cittadini virtuosi che vengono oggi invece penalizzati sempre più”.

 

Ma sono diversi i consiglieri sul fronte dell’opposizione ad esprimere pesanti critiche. 

Giuseppe Romanotto – Credici Monreale

“La  modifica apportata al regolamento TARI – spiega ai nostri microfoni Giuseppe Romanotto di Credici Monreale – farà aumentare il gettito di 300.000 euro, e riduce notevolmente le agevolazioni che, con il precedente regolamento approvato dall’amministrazione Di Matteo, erano state concesse ai nuclei familiari con la presenza di un invalido con diritto all’indennità di accompagnamento. Sono state ridotte inoltre le agevolazioni per i residenti nelle zone periferiche in quanto hanno diminuito lo sconto concesso per la distanza del cassonetto dall’abitazione”. 

“Le modifiche alla TARI  – critica Giuseppe Guzzo di Forza Italia  – sono l’ennesimo modo per aumentare il tributo e mettere le mani nelle tasche dei cittadini.

Giuseppe Guzzo – Forza Italia

Questo è il motivo del mio NO. Non si capisce perché, e nessuna risposta è stata data in Consiglio, sia necessario introdurre un aumento a carico dei cittadini quando ormai da anni il costo del servizio è in diminuzione e  l’avvio della differenziata dovrebbe far parlare di riduzione della tassa. La sensazione è che l’amministrazione stia cercando di far cassa per coprire qualche buco di bilancio. In pratica ancora una volta si fa pagare ai cittadini l’incapacità di amministrare la cosa pubblica, e i cittadini devono continuare a subire questa incapacità.  Di sicuro io personalmente non resterò a guardare e qualora l’amministrazione cercasse di applicare tali modifiche immediatamente, cosa che ritengo illegittima, non esiterò a rivolgermi al Tar, organo competente a bloccare l’ennesima ingiustizia”.

 Ma anche dalla stessa maggioranza piovono le critiche. 
Manuela Quadrante – Partito Democratico

“Avrei votato positivamente un provvedimento a favore dei cittadini, come quello che diminuisse anche di un solo punto percentuale la TARI – dichiara Manuela Quadrante del Partito Democratico -. Ma si è trattato dell’ennesimo innalzamento delle tasse, per questo mi sono espressa contrariamente. Di fatto, dopo tre anni di questa amministrazione, il consiglio comunale è stato chiamato a votare un provvedimento che innalza la TARI, poiché diminuisce lo sconto finora applicato ai cittadini che risiedono più lontano dai centri di raccolta. Un provvedimento che fa introitare 300 mila euro circa, ma che non è supportato da un miglioramento dei servizi offerti. Inoltre questo provvedimento cozza contro le dichiarazioni di una diminuzione del costo del servizio a cui dovrebbe corrispondere una diminuzione della tassa, senza alcuni ritocchi al rialzo”. 

 

Ricevi tutte le news
 
 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.