“Summer open day” alla Pietro Novelli

Una scuola che vuole essere un "tassello fondamentale e formativo" per i piccoli uomini e per le piccole donne

0
tusa big

IMG-20170620-WA0039

Monreale, 20 giugno 2017 – Summer Open Day alla D.D. “P. Novelli”: senza dubbio un’ampia e variegata offerta formativa, quella rappresentata dai molteplici percorsi educativo- didattici effettuati dagli alunni, durante l’anno scolastico, appena concluso. Una scuola diventa davvero un’agenzia che educa e prepara alla vita, quando facilita l’apprendimento degli alunni e delle alunne, affinché ciascuno di essi possa diventare realmente “costruttore attivo e partecipe” del proprio sapere e dei propri vissuti esperenziali. Una scuola che vuole essere un “tassello fondamentale e formativo” per i piccoli uomini e per le piccole donne che, anno dopo anno, prende in carico, deve scoprire, supportare e valorizzare i talenti di ciascuno di essi, per aiutarli a crescere e a diventare persone realizzate, impegnate nella società, capaci di spirito critico, ma anche consapevoli del significato di termini come tolleranza, rispetto e solidarietà.

Una finalità ambiziosa tanto impegnativa,  quanto accattivante, che ciascun insegnante della Novelli cerca di perseguire al meglio, come meta piuttosto articolata e complessa, ma mai impossibile. Tale meta, però, richiede, quale condicio sine qua non, competenze, responsabilità e perseveranza ampiamente dimostrate non solo da parte dei singoli docenti, ma da parte dell’intera comunità educante. Essa rappresenta un po’ una sfida, sia  per il  “Timoniere” che deve individuare le innumerevoli rotte da fare intraprendere alla sua Scuola- Vascello, sia  per chi ha scelto come professione quella di stare quotidianamente all’ interno di tale “Vascello”,  di accogliere, educare e, quindi, di contribuire, in qualche modo, alla strutturazione “della personalità in divenire” di ogni piccolo viaggiatore ed “esploratore della vita”, affrontando quotidianamente, con una notevole dose di passione, di dedizione,  e di attenzione verso la formazione integrale dei futuri cittadini e cittadine, “sentieri educativi” di notevole spessore sia culturale che umano. Solo attraverso attività diversificate, multisfaccettate e costantemente legate alle esigenze di una realtà mutevole è possibile educare responsabilmente le generazioni future. L’esposizione dei suddetti percorsi educativi ha seguito tracce differenti: dalla degustazione dei prodotti tipici della tradizione legata all’alimentazione mediterranea, del progetto” L’officina dei Sapori e dei Saperi”, all’esposizione della coreografica scenografia, sfondo della rappresentazione teatrale relativa alla rielaborazione del Mito di matrice classica, in collaborazione con il Liceo Classico e il Liceo Classico Europeo dell’Educandato Statale Maria Adelaide di Palermo; dal “Viaggio di Ulisse”, che ha coinvolto i bambini della scuola dell’ infanzia, al concorso UNESCO. E poi ancora il progetto scacchi, i giochi matematici del Mediterraneo e dell’ Università Bocconi, il coding e la valorizzazione del pensiero computazionale,  le certificazioni linguistiche, i progetti relativi al rispetto dell’ambiente e della legalità, quelli contro il bullismo e il cyber bullismo e per il riciclo responsabile. Stand e postazioni colorati, a tratti divertenti, compendi originali ed esplicativi dell’ impegno e della perseveranza  di tanti alunni, fonte di interessanti riflessioni non solo per chi materialmente li ha concretizzati, ma anche per chi ne ha osservato la sintesi espositiva, con il dovuto interesse. 

Ricevi tutte le news
 
Successivamente un palco ben organizzato  addobbato con gradevoli composizioni floreali ha accolto le performance originali, coreografiche, tenere e, a tratti, intense di un cospicuo numero di alunni: capoeira, danza sportiva, calcetto, coro, percorsi musicali, attività artistiche di drammatizzaziine, coreografie rappresentative di svariati iter progettuali: scacchi, educarnival, riciclo creativo, educazione ambientale e contro il bullismo. Fondamentale il contributo delle famiglie e la loro collaborazione per la preparazione di cibi, per l’organizzazione di coreografie e costumi e persino per la presentazione della manifestazione stessa, a cura della signora Marisa Gullo, componente del Consiglio di Circolo e rappresentante di classe. La Dirigente Scolastica Dott.ssa Chiara Di Prima ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito al successo della manifestazione: i bambini, gli insegnanti, le famiglie e ha, inoltre, reso omaggio al Sindaco, presente nella duplice veste di genitore e autorità istituzionale. Molti gli sponsor, tra cui proficua la collaborazione di Cristyle Hair Stilist e relativo staff, che si sono presi cura della trasformazione visiva dei bambini impegnati nelle varie rappresentazioni, con l’ausilio della valorizzazione estetica di un trucco scenico che può sicuramente definirsi artistico e dell’ elaborazione delle fantasiose pettinature adatte ai vari personaggi e percorsi interpretati dai piccoli. Un tripudio di musica, canti e balli, hanno coinvolto, insieme, insegnanti e alunni e concluso il lavoro di un intero anno, i sacrifici, l’ impegno e la costanza di una scuola che non intende  essere semplicemente e tradizionalmente un’istituziine di esclusiva trasmissione di saperi già codificati e sempre uguali, ma un Luogo Attivo, al passo con la realtà, attento alla “Persona” e alle sue esigenze,  un vero Polo Formativo propulsore di “cultura e di cura” per chi si appresta a percorrere le salite ardite che la crescita ” da bimbi  ad adulti consapevoli” inevitabilmente impone. Un Polo culturale perfettamente incastonato tra la tradizione da salvaguardare e ciò che il mondo attuale ci offre,  con l’occhio vigile ad un presente “in frenetico cambiamento”…una sorta di presidio formativo  sempre vivo e coinvolgente per la comunità educante e per l’intero territorio.
 
“La scuola è il nostro passaporto per il futuro, poiché il domani appartiene a coloro che oggi si preparano ad affrontarlo”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.