Arrestato impiegato del Tribunale di Sorveglianza: vendeva informazioni riservate VIDEO

Agli arresti domiciliari è finito Claudio Ganci, classe 1961

acqua park

Palermo, 18 maggio 2017 – Questa mattina i carabinieri di Palermo hanno eseguito un ordine di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di Claudio Ganci, classe 1961. L’uomo, impiegato al Tribunale di Sorveglianza di Palermo, è accusato di induzione indebita a dare o promettere utilità, accesso abusivo ad un sistema informatico millantato credito.

Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo e sono state avviate alla fine di agosto 2015. Gli inquirenti sono riusciti a documentare come i rapporti frequenti e confidenziali di Claudio Ganci con vari pregiudicati residenti a Palermo e con i relativi familiari, ai quali, in almeno due casi, lo stesso forniva informazioni acquisite del sistema informatico del Tribunale di Sorveglianza dietro il pagamento di somme di denaro.

L’impiegato inoltre si darebbe introdotto nel sistema informatico dell’Anagrafe per carpire almeno un indirizzo anagrafico e         millantando credito presso un funzionario dell’UNEP (ufficio notificazioni, esecuzioni e protesti) di Palermo, si è fatto promettere del denaro dal titolare di un’attività commerciale.

 

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.