Almaviva, martedì incontro azienda-sindacati Puma “preoccupati su conseguenze vertenza Alialia”

Desta grande preoccupazione l'impatto che potrebbe avere sul sito palermitano di Almaviva la vertenza Alitalia

acqua park

Dopo la vertenza Almaviva, adesso a complicare la situazione si aggiunge anche la crisi Alitalia, uno dei più importanti committenti gestito sempre dal colosso dei Call center. Una delle sedi si trova proprio nel capoluogo siciliano. “Desta grande preoccupazione l’impatto che potrebbe avere sul sito palermitano di Almaviva la vertenza Alitalia, si tratta di uno dei principali committenti dell’unità produttiva, un’eventuale insolvenza avrebbe impatti devastanti su un conto economico già non incoraggiante; sarebbe un film già visto, nell’ultima crisi della compagnia aerea, l’azienda di call center subì perdite per 7 milioni di euro, mai recuperate”.

Ad affermarlo è Eliana Puma coordinatore nazionale per i call center della Fistel Cisl. Martedì 9 maggio Almaviva incontrerà le Rsu di Palermo e le segreterie territoriali dei sindacati. “Siamo molto preoccupati per questa convocazione che non arriva di certo a sorpresa , alla luce dei dati allarmanti che si registrano sul sito. Negli ultimi mesi l’Azienda ha fatto ricorso in maniera continuo all’ammortizzatore sociale denominato FIS , con la conseguenza che a causa della mancata anticipazione aziendale , i lavoratori ricevono buste paga dimezzate e non vi è alcuna certezza sui tempi di erogazione da parte dell’Inps delle quote di sua competenza. Attendiamo ancora il versamento delle competenze del mese di febbraio”. Puma conclude “Ciò che temiamo è che l’azienda in questo momento di difficoltà voglia chiedere ai lavoratori di Palermo ulteriori sacrifici dopo la scadenza degli attuali ammortizzatori intorno alla metà di Giugno”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.