Montelepre. Appicca incendio in area demaniale, allevatore rischia da 3 a 7 anni di carcere

Proseguiranno anche nei prossimi giorni in tutto il territorio i controlli dei carabinieri di Montelepre

acqua park

Montelepre, 30 aprile 2017 – I carabinieri della stazione di Montelepre hanno denunciato alla Procura della Repubblica un allevatore, residente a Montelepre, poiché si è reso responsabile di un incendio appiccato in un terreno demaniale in contrada Mandra di Mezzo. L’uomo, A.D.M. di 55 anni, è stato sorpreso mentre dava alle fiamme un terreno con l’intento di destinare l’area a pascolo per il proprio gregge.

Ad avvistare le fiamme sono stati proprio i carabinieri di Montelepre i quali, durante le prime ore del mattino di ieri, hanno evitato che le fiamme si propagassero in terreno demaniale di circa 900 metri quadrati. L’allevatore deve adesso difendersi dall’accusa di incendio doloso, danneggiamento della flora e invasione e occupazione di terreno di proprietà pubblica comunale, rischiando una pena che va dai 3 ai 7 anni di reclusione.

Intanto proseguiranno anche nei prossimi giorni in tutto il territorio i controlli dei carabinieri a tutela del patrimonio boschivo e delle aree protette.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.