Monreale. Commissione Ispettiva per la scuola materna di Pioppo. Guzzo: “Ostruzionismo dall’amministrazione”

A più di un mese dalla sua istituzione la Commissione non si è ancora riunita. Il Presidente minaccia di denunce

0
Immobiliare Max

Monreale, 27 aprile 2017 – Risale al 24 marzo 2017 l’istituzione della Commissione Ispettiva per la scuola materna di Pioppo. Una Commissione voluta dal Comitato Pioppo Comune, e votata dal consiglio comunale di Monreale. A più di un mese dalla sua istituzione, però, nessun passo è stato ancora mosso.

A lamentare l’immobilità di chi dovrebbe attivarsi per consentire l’inizio dei lavori della Commissione è il suo Presidente, il consigliere comunale Giuseppe Guzzo: “Nonostante i ripetuti solleciti trasmessi, in qualità di Presidente della Commissione Ispettiva per la scuola materna di Pioppo, al Segretario Generale dott.ssa Domenica Ficano, la stessa continua a non nominare, senza alcuna giustificazione plausibile, il segretario, condizione necessaria all’insediamento e all’operatività della stessa commissione, vanificandone, di fatto, l’operatività. 

Il segretario generale Domenica Ficano

Il comportamento tenuto dal Segretario generale (che ritengo non ulteriormente tollerabile) mi appare, allo stato di fatto, del tutto ostruzionistico e mi fa legittimamente sorgere dubbi sulla reale volontà di questa amministrazione di voler effettuare quelle verifiche cui è stata deputata la Commissione”.

Per Guzzo il comportamento della dott.ssa Ficano è speculare a quello del sindaco Capizzi, e ne sarebbe prova “il continuo disinteressamento del Sindaco (che sull’operato del Segretario Generale ha potere di valutazione e controllo) che, al di là delle belle chiacchiere fatte in Consiglio sulla volontà di venire a capo dell’annosa vicenda, nei fatti, alla luce di questo “stallo burocratico” mostra un totale disinteresse sulla questione, a differenza, in verità di quanto fatto dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Di Verde che si trova (mi pare di poter dire) a veder ignorati i suoi stessi solleciti”.

La commissione, a partire dalla sua istituzione, ha a disposizione 60 giorni per ispezionare e 30 per relazionare in consiglio comunale.

Guzzo minaccia denunce:

“È chiaro che non saranno certamente questi i mezzi che mi impediranno di svolgere correttamente il compito assegnatomi e proprio per tale ragione nella giornata di oggi ho rinnovato la richiesta di nomina immediata del Segretario, in mancanza della quale non esiterò, a breve, a rappresentare la situazione alle Autorità di competenza”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.