Gara imbarazzante, i tifosi laziali: “Che c’è siete venuti a fà?” 

Piove sul bagnato a Palermo, una squadra ormai distrutta virtualmente in serie B

acqua park

Roma, 23 aprile 2017. Lazio vs Palermo 6-2. Analizzare le partite del Palermo calcio è un esercizio antisportivo quindi per la prima volta non parliamo della gara assolutamente imbarazzante per il gioco del calcio e i giocatori ormai sono dei ragazzi pieni di paura che giocano con gli spettri che li assillano e ormai fanno solo tenerezza. 

 Le cause principali di questo scempio sono da attribuire a l’ex presidente per le sue scelte scellerate e antisportive, menefreghismo totale dei sentimenti di una piazza innamorata dei colori rosanero. Il Palermo come bacino d’utenza forse può essere inferiore solo al Napoli nel mondo. In Italia in qualità di quinta città d’Italia se avesse avuto un presidente serio poteva gestire con un buon management  una squadra che poteva stabilmente competere con le prime 6 del campionato di serie A, invece il mercante Friulano non appena sbocciava un campioncino correva a mettere sul mercato il suo prodotto.  Dimostrando una miopia strutturale a non rischiare un euro. Non comprendendo che con un minimo di investimenti avrebbe potuto mantenere un club con maggiori introiti da parte di Sky e da sponsor blasonati con  maggiori introiti conditi con onore e gloria,  peccato , ha dimostrato di essere un piccolo bottegaio di periferia. 

Parlare di Baccaglini in questo momento non è una strada percorribile perché non abbiamo notizie a sufficienza sia sotto l’aspetto finanziario che strutturale. Aspettiamo il fatidico 30 aprile. Domenica un altro match proibitivo per quello che rimane di una squadra che si chiama sulla carta Palermo perché incontrerà la Viola di Firenze e non crediamo che lo stadio abbia problemi di capienza.
Ps . Buona fortuna caro Palermo

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.