Ancora furbetti della differenziata, gli operai della Mirto: “Chiediamo collaborazione”

Intanto prosegue il piano di avvio della raccolta differenziata anche nelle altre zone della città

acqua park
Marchese

 

17522768_10208837705756398_7116563508028626582_n

Monreale, 9 aprile 2017 – “Questa è Via Giuseppe Verdi quasi dopo un mese dall’inizio della raccolta differenziata. È un’offesa a chi si impegna ogni giorno per fare la giusta raccolta e non fregandosene sempre”. Con queste parole il nostro lettore Daniele evidenzia come ancora in alcune zone il servizio di raccolta porta a porta della raccolta differenziata stenta a partire.

Nonostante la raccolta differenziata sia già iniziata da un mese c’è ancora qualche irriducibile che getta i propri rifiuti indifferenziati nei vecchi punti di raccolta. C’è da dire anche che, dopo il fermento dei primi giorni, l’attenzione sembra essere calata da parte degli organi che dovrebbero eseguire i controlli.

Sul caso intervengono anche gli operatori ecologici della ditta Mirto che al momento si occupa del servizio di raccolta rifiuti nel comune di Monreale. “Ci chiediamo – affermano – perché in queste zone si continui a buttare la spazzatura abusivamente e non si prova a fare la raccolta differenziata come avviene nel resto delle zone coinvolte, serve un po’ di collaborazione per rendere il nostro paese più pulito. Noi operai della Ditta Mirto chiediamo un po’ di collaborazione”.

Intanto prosegue il progetto dell’amministrazione per quanto riguarda l’avvio della raccolta differenziata anche nelle rimanenti zone della città, come aveva anche anticipato il sindaco Capizzi in consiglio comunale. Il comune di Monreale ha proceduto ad acquistare circa 400 contenitori di 240 litri. I contenitori saranno utilizzati per consentire le procedure di raccolta in maniera più facile per palazzi e condomini in cui sarebbe difficile realizzare il servizio di raccolta porta a porta.

 

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.