Ragusa-Monreale per sconfiggere la distrofia muscolare di Duchenne

Tutti in bici in Sicilia per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla ricerca per sconfiggere la distrofia muscolare di Duchenne

0
Araba Fenice desk

Giorno 17 Marzo, in contemporanea con la Milano-Sanremo, quattro cicloamatori hanno affrontato una lunga “tappa” Ragusa – Monreale per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla ricerca per sconfiggere la distrofia muscolare di Duchenne.

Ragusa Monreale 4L’iniziativa, che ha ricevuto il Patrocinio gratuito del Comune di Monreale e dell’ASP di Palermo, è nata per aiutare l’associazione voluta da Maurizio Guanta, nove anni fa, “Amici di Edy” sempre impegnata per potenziare questo fronte di ricerca. Diverse manifestazioni hanno visto partecipe Vincenzo Nibali che si è dimostrato sempre molto sensibile su questa tematica ed ha cercato di diffondere quanto più possibile le iniziative dell’Associazione. Valerio Capsoni, Sandro Sittinieri, Salvatore Bovini e Gianni Licitra sono partiti la mattina da Ragusa e nel pomeriggio, arrivati a Palermo, hanno percorso gli ultimi chilometri accompagnati dalla Polizia Municipale fino al Duomo di Monreale.

Ragusa Monreale 5Valerio Capsoni ha dichiarato: “durante queste lunghe ore in bicicletta mi sono passate molte cose per la testa. Quando tu attraversi dei momenti difficili devi sempre pensare che riuscirai a superarli per potere andare avanti e non fermarti mai. Se ti poni un obiettivo solo con l’impegno, la dedizione e la volontà questo può essere raggiunto. Mi ero posto, appunto, questo traguardo ed avevo la consapevolezza di poterlo raggiungere, anche perchè si tratta di una giusta causa. Stiamo cercando di dare all’Associazione Amici di Edy, nel nostro piccolo, più spazio possibile tentando di dare quanta più visibilità alla lotta contro la distrofia muscolare di Duchenne”. Durante questa giornata, idealmente, si sono unite due città, già dichiarate patrimonio dell’UNESCO. Il ciclismo è uno sport che riesce ad unire luoghi, storie e persone per diverse cause come, appunto: “correre uniti per sconfiggere la distrofia muscolare di duchenne”.

Ricevi tutte le news
Articolo ripreso da Sport Fair
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale