Raccolta differenziata, in via G. Verdi le vecchie abitudini non cambiano. Rifiuti abbandonati sui marciapiedi

Come visibile dalle foto inviate dai lettori, per ottenere i risultati attesi occorre lavorare sull'informazione e sulla sensibilizzazione dei cittadini

Immobiliare Max

Monreale, 20 marzo – Rifiuti su rifiuti lasciati lì dove prima c’erano i contenitori. È il triste scenario che si è presentato questa mattina (non diverso dalle altre mattine) in via Giuseppe Verdi, strada dello storico quartiere “Bavera” di Monreale coinvolto dall’inizio della raccolta differenziata. Nelle stesse condizioni anche le vie Antonio Veneziano e via Benedetto Balsamo.

Le foto inviate dai lettori raccontano più di qualsiasi parola. Questo dimostra che c’è da lavorare sull’informazione e sulla sensibilizzazione dei cittadini, che un po’ per disinformazione e un po’ per pigrizia non hanno abbandonato le vecchie abitudini. Per ottenere i risultati attesi sulla raccolta differenziata, occorre investire maggiormente su una campagna informativa che arrivi in maniera capillare alla gente.

In realtà una campagna di comunicazione era prevista per giugno 2016. Una strategia di comunicazione personalizzata, volta a veicolare informazioni semplici e complete mediante l’utilizzo di materiali e servizi diversi, era quanto previsto dal piano A.R.O. del Comune di Monreale nell’anno 2014/2015. Che fine ha fatto il piano dell’A.R.O.?

Molta gente del territorio partecipa attivamente alla raccolta in maniera volontaria, cioè laddove non è arrivato ancora l’obbligo di differenziare, i cittadini hanno comunque iniziato portando i rifiuti presso l’ecocentro di Monreale. Il resto dei cittadini di Monreale perché non lo fa ancora? Forse perché non è ancora al corrente? Forse perché molti non sanno come differenziare?

Il comportamento umano è regolato da premi e punizioni. Chissà che anche questo sia un buon modo per coinvolgere il territorio.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.