I carabinieri scoprono una piantagione di cannabis, due coniugi denunciati

La piantagione è stata ritrovata a Partinico; l'abitazione era anche allacciata abusivamente alla rete elettrica

acqua park

Partinico, 6 marzo – I carabinieri di Partinico hanno arrestato in flagranza di reato L.r. 32enne di Partinico, agricoltore e incensurato. L’accusa è di coltivazione di sostanze stupefacenti. Nella mattinata di sabato scorso, durante una perquisizione domiciliare nella sua abitazione che si trova in contrada San Carlo di Partinico, i carabinieri hanno rinvenuto una serra artigianale, con sistema di areazione e illuminazione alimentata tramite un allaccio abusivo alla rete pubblica.

Nella serra sono state trovate e poste sotto sequestro 107 piante di cannabis indica dell’altezza media di 40 cm coltivate in vasi di plastica.

Nel corso dell’operazione i militari hanno anche scoperto che l’abitazione era allacciata abusivamente alla rete elettrica e hanno denunciato per furto aggravato di energia elettrica la moglie, V.n., 38enne di Partinico, proprietaria dell’immobile. L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.