Torino – Palermo: 3 – 1. Evitare la retrocessione è pura utopia

Domenica sera alle 20,45 arriva la Roma. Pensare di fare punti contro la banda giallorossa è come pensare che ad agosto nevica

Immobiliare Max

Torino, 5 marzo 2017 – Il Palermo conferma, nel caso ce ne fosse bisogno, la sua mediocrità nel concetto di squadra. Con un portiere inadeguato per la massima serie, ma anche per la serie cadetta nutriamo grossi dubbi.

Il Palermo va in vantaggio con una progressione del giocatore più navigato e smaliziato, vuoi per la sua età ed esperienza nella massima serie, Rispoli, e lancia un siluro in corsa davanti al portiere granata alla mezz’ora del primo tempo.

Ma nel secondo tempo il Torino mette alle corde un Palermo privo di idee e concentrazione. La difesa reggeva le bordate granata ma Posavec assolutamente fuori luogo in serie A non riesce a trovare le giuste posizioni per bloccare tutte e tre le azioni da gol del Gallo Belott , svenduto dall’ex presidente dimissionario del Palermo.

In attesa di sapere chi saranno i nuovi proprietari, assistiamo all’ennesima trovata del patron Zamparini, quella di tenere con il fiato sospeso i tifosi rosanero per conoscere il nuovo presidente. La settima prossima ne sapremo qualcosa in più.

E intanto domenica sera alle 20,45 arriva la Roma. Pensare di fare punti con la banda giallorossa è come pensare che ad agosto nevica, ma il Calcio non è una scienza esatta. L’Empoli ha perso con il Genoa anche grazie all’ex Illjemark e la matematica ancora non ci condanna.

Questo Palermo, lo ribadiamo, è costruito male e l’idea di trovare la salvezza ed evitare la retrocessione è pura utopia. Confidiamo nella nuova proprietà, al fine di allestire una squadra leggermente più competitiva. Sperando che non sia l’ennesimo bluff di Zamparini.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.