Allattamento al seno in luogo pubblico. Palermo, oggi l’inaugurazione del primo dei dieci “pit-stop”

Domani flash-mob in 80 piazze italiane. L’evento è nato in collaborazione con il Mami

Immobiliare Max

Oggi pomeriggio alle 17.30 a Palazzo delle Aquile verrà inaugurato il primo dei dieci punti per l’allattamento materno, che saranno realizzati in altrettanti spazi pubblici del Comune di Palermo. La prima inaugurazione avviene in contemporanea con il flash mob nazionale promosso sul tema da un vasto cartello di associazioni. Altri punti saranno attivati a Villa Niscemi e nelle otto sedi delle circoscrizioni comunali.

Contrapponendosi ai recenti fenomeni che hanno messo in difficoltà alcune neomamme, impossibilitate ad allattare per via di un pregiudizio infondato che le etichettava come volgari, il Comune di Palermo ha presentato il piano regionale per l’allattamento materno. Ideato per promuovere, sostenere e proteggere l’allattamento, il piano regionale è stato frutto di una serie di incontri che hanno coinvolto medici, epidemiologi, ostetrici, pediatri, esperti di formazione ed esponenti dell’Unicef. Il piano ricade nel “Piano della Prevenzione 2014 – 2018” e sta portando a Palermo una rivoluzione positiva: dieci postazioni dove le neomamme potranno liberamente allattare al seno, in modo tale da aumentare il numero di bimbi allattati esclusivamente al seno fino al sesto mese.

Con lo slogan Qui la mamma che allatta è la benvenuta il Comune di Palermo lancia dunque un segnale di tutela e, non a caso, la prima postazione prende posto proprio a Palazzo delle Aquile. Le aperture delle postazioni sono inserite all’interno del protocollo siglato dal Comune e dal Comitato provinciale per l’Unicef che prende il nome di “Palermo Città amica dei bambini e delle bambine”. Per il Sindaco, Leoluca Orlando, “si tratta di una iniziativa in controtendenza rispetto a quanto avviene in altri luoghi pubblici in Italia dove, la difficoltà di far accettare culturalmente l’allattamento in pubblico rischia di indurre le mamme a rinunciarvi del tutto. È la conferma di un cambiamento culturale, di una visione nuova della vita e della città, L’allattamento al seno, in mezzo alla vita normale che scorre, è un modo per rendere visibile l’indissolubile rapporto tra madre e figlio e ribadire i valori fondamentali della maternità  e del benessere”.

Inoltre domani in 80 città italiane, le mamme, componenti di un comitato nato spontaneamente e composto da donne che hanno vissuto esperienze di discriminazione, scendono in piazza per far sentire la propria voce con un flash-mob bianco a sostegno dell’allattamento in pubblico. L’evento, nato in collaborazione con il Mami (Movimento Allattamento Materno Italiano), attraverso il quale le mamme potranno chiedere a gran voce dei provvedimenti concreti per colmare il vuoto normativo relativo alla tutela dell’allattamento al seno in luogo pubblico.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.