Fugge da Monreale il circo di Svezia

Gli animalisti: “Hanno capito che gli stavamo con il fiato sul collo. Stanno smontando”

Immobiliare Max

Monreale, 6 febbraio – Gli operai hanno iniziato stamattina a smontare il tendone giallo e azzurro delle polemiche. Il circo fugge dunque da Monreale dopo che ieri sera i carabinieri di Monreale avevano proceduto all’identificazione degli spettatori. La denuncia, l’ennesima, era stata formulata dall’animalista Enrico Rizzi (Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali), secondo il quale il circo non era in possesso delle dovute autorizzazioni per mettere in scena gli spettacoli e che adesso esulta per la decisione dei gestori. “l circo di Monreale – afferma – finalmente ha desistito. Hanno capito che gli stavamo con il fiato sul collo. Stanno smontando”.

Dal 28 gennaio tante sono state le polemiche attorno al circo di Svezia, altrettanti i botta e risposta tra animalisti e proprietari del circo: i primi lottavano per il rispetto degli animali utilizzati durante gli spettacoli, gli altri si battevano per continuare a lavorare al fine di garantire il sostentamento degli animali stessi. Polemiche e carte bollate sono volate anche tra animalisti e amministrazione comunale che si sono denunciati a vicenda: per “abuso d’ufficio” e “omissione di atti d’ufficio” è stato denunciato il sindaco Capizzi da Enrico Rizzi, per “diffamazione” è stato querelato invece Rizzi dal primo cittadino.

Le indagini dei carabinieri intanto vanno avanti e si cerca ancora il presunto responsabile della fuga di Oscar, la tigre bianca del Bengala, che quella mattina ha potuto godere di qualche ora di libertà (e di fama internazionale). Il circo che lascerà Monreale tra mercoledì e giovedì si insedierà adesso a Sciacca.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.