Monreale, scoperta piantagione di marjiuana. Due arresti

L’Autorità Giudiziaria informata dei fatti ha disposto il regime degli arresti domiciliari

acqua park

Monreale, 4 febbraio – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Monreale hanno arrestato due fratelli, P.s. e P.a., di 27 e 29 anni, palermitani, volti noti alle Forze dell’Ordine, ritenuti responsabili di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti.

In particolare, dopo aver saputo che i due avessero costruito una serra per coltivare marijuana in un appartamento di P.s. a Villaciambra, hanno circondato l’edificio intimando di aprire la porta. Mentre il più grande dei due fratelli apriva la porta il minore ha tentato la precipitosa fuga scappando dal retro e scavalcando una serie di cancelli per dileguarsi in strada. Subito bloccato, è stato trovato in possesso di una chiave che poco dopo avrebbe aperto la porta del locale adibito a serra, al cui interno sono state rinvenute 8 piante di cannabis indica di circa un metro e 12 vasetti contenenti dei germogli della stessa sostanza. La serra aveva ventilatori, aspiratori, termometro, timer e ben tre lampade alogene, con portalampada e trasformatori di energia. Inoltre, sono stati rinvenuti fertilizzanti, innaffiatoi e terreno.

L’Autorità Giudiziaria ha disposto il regime degli arresti domiciliari per i due in attesa del rito direttissimo. Il Giudice ha convalidato gli arresti disponendo l’obbligo di presentazione alla P.G. per P.s..

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.