Scappa la tigre dal circo, denunciato il sindaco Capizzi per “abuso d’ufficio” ed “omissioni d’atti d’ufficio”

Enrico Rizzi ha chiesto alla Magistratura di procedersi d’urgenza al sequestro preventivo e/o probatorio dell’area di attendamento del “Circo FANTASY”

acqua park

Monreale, 2 febbraio . Il Presidente del Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali, Enrico Rizzi, si è recato questa mattina a Monreale dove ha incontrato il sindaco Piero Capizzi per sollecitarlo a far sgomberare l’area occupata ancora oggi abusivamente dal circo che, di fatto, da giorni ormai non svolge più spettacoli poichè sprovvisto delle relative autorizzazioni. Successivamente, il leader animalista si è recato dai Carabinieri dove ha denunciato lo stesso sindaco ed il Dirigente del Servizio Veterinario dell’ASP di Palermo per i reati di “abuso d’ufficio” ed “omissioni d’atti d’ufficio”.
“Proprio – si legge nella nota di Rizzi – per le perduranti conseguenze del reato, ed anzi per il loro aggravamento, in uno con l’evidenza dell’integrazione del delitto di cui agli artt. 328 e 323 del c.p. in capo al Sindaco di Monreale”, Enrico Rizzi ha chiesto alla Magistratura di procedersi d’urgenza al sequestro preventivo e/o probatorio dell’area di attendamento del “Circo FANTASY” e di tutta la struttura medesima.

Enrico Rizzi

Rizzi è stato anche ricevuto dal Sig. Capitano dell’Arma dei Carabinieri, Dott. Guido Volpe, che gli ha voluto spiegare come si sono svolte le operazioni per mettere in sicurezza l’animale senza procurargli alcun danno. I Carabinieri infatti, hanno fatto di tutto per evitare che all’animale venisse sparato dell’anestetico. Uno “sparo” che avrebbe senza dubbio comportato dei problemi alla psiche dell’animale. Fortunatamente, i militari dell’Arma ci sono riusciti. Il Presidente del Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali, li ha ringraziati infinitamente per aver messo in salvo l’animale, i cittadini e per aver condotto in maniera eccezionale le operazioni, dal primo istante.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.