Illuminazione pubblica. Torna la luce su brevi tratti della Circonvallazione di Monreale, ma il grosso del lavoro è ancora da fare

Martedì sono stati accesi i lampioni di via Pezzingoli, via Mulini e via Mulinello. Programmati interventi per il quartiere Carmine e piazza Vittorio Emanuele

acqua park

Monreale, 2 febbraio – Comincia con una timida illuminazione di un breve tratto della Circonvallazione di Monreale il lavoro che dovrebbe portare a rendere più sicura un’arteria ormai tristemente nota per gli incidenti stradali, alcuni anche con esiti mortali.

Gli interventi eseguiti fanno parte di un programma inerente ad un piano di riparazione di reti, l’accordo quadro prevedeva – come aveva spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici D’Alcamo – lavori a Villaciambra, Piano Geli, via Regione Siciliana, via Mulini e Monreale centro. Nel piano non rientrava la Circonvallazione, interessata da un problema ben più complesso ed oneroso di un guasto, a causa dei furti di rame. Ma considerando che è l’arteria che collega il territorio di Monreale al capoluogo, l’assessore al ramo ha predisposto comunque un intervento che ha fatto accendere i fari su un tratto dell’infrastruttura al buio ormai da diversi anni. Il resto della linea necessita di un intero rifacimento.

Dopo il tratto che collega la Strada Statale 186 alla Strada Statale 624, Giacalone; via Giovanni Paolo II, Pioppo; vicolo Zummo, via Balzi Callozzi, via Baronio Manfredi, via Pezzingoli, via Mulino e via Mulinello oggi toccherà al centro storico della città. Gli operai della ditta Nardi Edil Costruzioni opereranno in piazza Vittorio Emanuele e in via Duca degli Abruzzi. Ci è voluto del tempo, ma alla fine è stato raggiunto l’obiettivo e rispettato l’impegno.

Poco alla volta tornano ad accendersi le luci dei lampioni delle strade, non solo periferiche, da tempo al buio, diverse infatti le segnalazioni di lamentela da parte dei residenti e da quanti transitavano con il proprio automezzo, preoccupati per la sicurezza delle proprie abitazioni, oltre che per i pericoli di percorrenza che comporta l’assenza di illuminazione.

Nel mese di gennaio collocati i pali della luce in via Biagio Giordano, e a questi se ne aggiungeranno presto altri. I pali erano stati rimossi con un intervento immediato a causa del cedimento, e sempre in quell’occasione era stata predisposta la rimozione di 40 pali d’illuminazione pubblica a rischio crollo. Le aree interessate dalle operazioni di messa in sicurezza sono state la via Biagio Giordano, Corso Pietro Novelli, nei pressi del cimitero, e Aquino lungo Fondo Pasqualino. “Mi impegno ad effettuare la sostituzione dei pali rimossi prima possibile – aveva detto D’Alcamo – la rimozione degli stessi è indispensabile per l’incolumità delle persone”.

 

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.