Tavola Rotonda sul turismo all’Ars. il sindaco Capizzi invita Freudmann, Chairman di ITT a visitare Monreale

Portare in Sicilia i turisti inglesi, la Regione alla ricerca di collaborazione con l’Institute of Travel & Tourism

Immobiliare Max

Monreale, 1 febbraio – Si è aperta questa mattina nella Sala Rossa di Palazzo dei Normanni la tavola rotonda “Le potenzialità del turismo inglese e le opportunità per la Sicilia” alla presenza del vicepresidente dell’Ars, Giuseppe Lupo, dell’Assessore regionale al Turismo Antony Barbagallo, del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, del sindaco di Monreale Piero Capizzi ,del sindaco di Cefalù Rosario La Punzina, del presidente della Gesap, Fabio Giambrone, e in particolare di Steven Freudmann, chairman di ITT (Institute of Travel & Tourism), punto di riferimento del turismo inglese.

Il sindaco Capizzi nel porgere il suo ringraziamento al vicepresidente dell’ARS Giuseppe Lupo per averlo coinvolto in questa importante iniziativa, che promuove non solo le città del percorso Arabo-Normanno ma tutte le città siciliane che sono unite dalle stesse identità storiche e culturali, ha invitato  Freudmann, per la prima volta in Sicilia a visitare la città di Monreale e i suoi splendidi monumenti. “I nostri turisti – ha dichiarato Freudmann nel corso dell’incontro – stanno esplorando nuove mete, devono essere belle e semplici da raggiungere. La più grande crescita per il 2017 è prevista per Abu Dhabi, Cina, Canada, Islanda, Olanda, Australia, Sri Lanka e Azzorre. Io vorrei aggiungere la Sicilia a questa lista”.

Complimentandosi con Orlando per la recentissima scelta di Palermo quale capitale italiana della cultura nel 2018, Lupo ha auspicato che “nel 2017 a Palermo e in Sicilia si parli molto inglese”. Dal canto suo Orlando si è rivolto al chairman di ITT spiegando che “Palermo è eccitante, sicura e non cara. E questo accade perché noi accogliamo tutti. Il 2018 – conclude il sindaco – potrà far segnare il boom vero del turismo siciliano e palermitano in particolare. Ce n’è abbastanza per dire che sono realtà giuste che arrivano nel momento giusto”.

“La Sicilia punta ad aprirsi al mercato turistico d’Oltremanica – ha aggiunto l’assessore Barbagallo – con l’obiettivo di piazzarsi tra le mete straniere preferite dagli inglesi. Nonostante gli effetti della Brexit. Oggi la Sicilia si trova al settimo-ottavo posto delle destinazioni nazionali. Il nostro obiettivo è salire al quarto posto, dopo le tre città d’arte Roma, Firenze e Venezia. Ci sono tutte le condizioni per farlo, i dati in crescita ci stimolano a raggiungere questo obiettivo, e iniziative come quella di oggi indubbiamente aiutano”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.