Sorpresi a scassinare una pompa di benzina, assolti Ivan Caravello, Giovanni Caravello e Davide Schiera

Nonostante abbiano ammesso le proprie responsabilità il giudice Ivana Vassallo che li ha processati con il rito abbreviato li ha assolti

acqua park
Salvo Lo Coco

Monreale, 26 gennaio – Stavano scassinando un distributore di carburante e sono stati beccati dai carabinieri. Pentiti del gesto risarciscono il titolare e il giudice li assolve. È quanto è accaduto a Ivan Caravello (21 anni), Giovanni Caravello (34 anni) e Davide Schiera (26 anni).

I tre monrealesi, il 19 dicembre scorso, dopo aver forzato il distributore Tamoil che si trova sulla Palermo-Sciacca, all’altezza di Altofonte, rendendosi conto del pericolo al quale avrebbero potuto incorrere forzando la pompa di benzina con un flex, avrebbero deciso di desistere dal compimento del furto e si sarebbero così allontanati. La sera stessa però i carabinieri di Monreale li avrebbero arrestati.

Ora però arriva l’assoluzione per i tre ragazzi che nonostante abbiano ammesso le proprie responsabilità, sono stati assolti dal giudice che ha derubricato il reato di tentato furto in danneggiamento, come spiega il GdS.

Sulla decisione del giudice ha pesato anche che i tre hanno deciso di far avere al gestore vittima del tentato furto, la somma di 250 euro quale risarcimento del danno subito.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.