Perdono il lavoro, tre donne si lanciano in una nuova avventura

Immobiliare Max

Palermo, 18 gennaio – Di fronte alle difficoltà della vita, la perdita del posto di lavoro, tre giovani donne quarantenni, diplomate e laureate, si sono rimboccate le maniche ed anziché piangersi addosso stanno cercando di dare una svolta al loro futuro.

Ma procediamo con ordine: Daisy Fiorani, Nanzy Tasca e Annalisa Manconi, impegnate da anni presso Enti di Formazione, alla fine del periodo di disoccupazione e sospensione dal lavoro, in assenza di prospettive future in questo campo, hanno deciso di mettere insieme le loro ambizioni ed aspirazioni, coltivate, sognate, ma mai realizzate, ed armatesi materialmente di “pala e picu”, con forte entusiasmo, si sono lanciate in una nuova avventura. Nasce l’Associazione di promozione Sociale “Colture” che si occupa di biologico e sociale. Dopo la ricerca di un appezzamento di terreno, trovato alle porte della città in via Funnuta accanto al Baglio Callozzi, all’altezza del Forum. Una volta decespugliato, pulito dalle erbacce e dai canneti che da anni crescevano incolti, lo hanno arato, livellato e suddiviso in piccoli lotti da 50/100 mq. Di questi già una decina sono stati concessi ad utenti che vogliono sperimentare e coltivare il loro piccolo orto sociale ma solamente con un’attenzione particolare al biologico bandendo ogni sorta di concime chimico.

Ma il loro impegno non si ferma qui. Una parte del terreno servirà a creare un orto didattico, rivolto ai bambini delle scuole dell’infanzia ed elementari affinchè possano attivarsi nell’agricoltura e sperano di coinvolgere anche le varie Associazioni di disabili per consentire ai soggetti un approccio diverso e diretto con la natura.

Ogni giorno, queste intraprendenti ragazze, con qualsiasi tempo, indossati gli abiti di lavoro e fornite di attrezzi, si recano sul campo svolgendo tutti i lavori necessari all’incombenza stupendo e meravigliando, per quello che hanno realizzato che realizzano, la cosiddetta classe maschile. I progetti e le iniziative che frullano nelle loro teste sono tanti e soprattutto è tanta la voglia di fare. Meritano tutto il rispetto e l’incoraggiamento per il sostegno del loro sogno.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.