Il Prof. Angelini del Liceo di Monreale presenta il suo libro “Clandestina e Linusana”

Immobiliare Max
stopemotion

Monreale, 13 marzo – Si è svolta oggi pomeriggio, venerdì 13 marzo presso l’aula consiliare di Monreale, la presentazione del libroClandestina e Linusana”, nato dalla penna raffinata e dalla sensibilità del Prof. Emilio Angelini, l’evento è stato organizzato dall’associazione “Civitas Mediterranea”. 

Hanno accolto e presentato il Prof. di Storia e Filosofia alcuni dei suoi ex alunni: il Sindaco Piero Capizzi e l’On. Tonino Russo, che hanno ricordato con aneddoti e battute storie di banchi di scuola.

Poggiando l’orecchio al suolo, laddove si è rifugiata la Sicilia ho sentito la sua anima” – afferma l’autore del libro – “le parole mi hanno cercato e la parte femminile che c’è in me mi ha fatto immedesimare nella figura di questa donna clandestina e linusana”.

Quante volte si sfida il coraggio per ribellarsi al proprio destino, per diventare artefici del futuro e per cercare di cambiare lo scenario che ci circonda, nel tentativo di liberarsi dai vincoli imposti dalla società.

“Clandestina e Linusana” è un romanzo suddiviso in otto capitoli, che racconta la storia di una donna che, giovanissima, si ribella al suo destino segnato dal fatto di essere nata in un paese agreste dell’entroterra agrigentino, e abbandona la sua famiglia per diventare artefice del proprio futuro. Dopo un passaggio sull’isola di Linosa, durante il quale rimane in cinta, riesce a raggiungere Palermo dove verrà ospitata in un collegio di suore. Dopo una fase di apprendistato presso una sartoria, riuscirà a creare il proprio atelier.

Quella trattata nel romanzo, a prescindere dal contesto storico in cui è ambientata, è una storia molto attuale, perché l’essere umano eversivo continua ad andare alla ricerca di un futuro migliore. Uomini e donne che non si fermano davanti all’avversità del momento cercando di cambiare le sorti della propria vita. Sfidando, anche, il caso se è necessario. Proprio per questa denotazione “Clandestina e Linusana” si caratterizza come un viaggio di formazione.

Attraverso la lettura dei brani, ha stimolato la reattività/curiosità dei partecipanti la monrealese Anna Leto;mentre gli intermezzi musicali sono stati eseguiti dalla voce del mezzosoprano Linda Gatto e alla fisarmonica dal compositore di Piana degli Albanesi Pier Paolo Petta.

Ognuno di noi è stato e probabilmente sarà Carmela Picone: una coraggiosa e fuggente clandestina.

Ricevi tutte le news

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.