“Raccolta differenziata da subito a Pioppo e Villaciambra”

1
tusa big


Monreale, 4 Marzo. Si è svolto ieri pomeriggio, 3 Marzo 2015, a partire dalle 18.00 presso la delegazione municipale di Pioppo, l’incontro fra i cittadini della frazione ed il S
indaco della nostra città, Piero Capizzi.

All’incontro erano presenti i componenti della consulta di frazione del paese, Andrea D’Alcamo, Fabio Gullo, Giusy Madonia, Alessandro Maenza e Piera Vicari, oltre al Sindaco, all’assessore Giuseppe Lo Coco e ad alcuni cittadini.

La riunione è stata introdotta dall’assessore Lo Coco, il quale ha subito messo in chiaro le motivazioni della stessa: la ferma volontà dell’amministrazione di far partire, in tempi brevi, il piano d’intervento sulla raccolta differenziata, chiedendo la collaborazione di cittadini, consulta ed associazioni affinchè l’informazione sul tema sia capillare.

In seguito, il Sindaco Capizzi ha esplicitato quali sono le azioni concrete che l’amministrazione sta predisponendo allo scopo:

-l’ordinanza sugli orari di conferimento, che determina un risparmio di circa 500.000 euro l’anno eliminando il conferimento “Sabato su Domenica” e vuole combattere il malcostume diffuso con l’azione preventiva e respressiva della polizia municipale, che interverrà anche in borghese, coordinandosi con l’arma dei carabinieri;

-l’individuazione, nel territorio di Aquino (ex isola ecologica), di un’area da destinare a centro comunale di raccolta per i rifiuti differenziati (CCR), ove i cittadini potranno portare i loro rifiuti;

-la richiesta fatta alla ditta TECH, che attualmente ha in gestione la raccolta rifiuti, di un piano con i costi della raccolta differenziata;

-la richiesta di collaborazione alle associazioni sul piano dell’informazione.

Trattando il tema dei rifiuti, naturalmente, il Sindaco ha anche affrontato le questioni relative all’ATO, alla SRR, ed alle future ARO. Capizzi ha sottolineato come gli ATO abbiano, negli anni “messo in ginocchio i comuni con costi esorbitanti: quando ho chiesto il piano industriale, mi è stato risposto che ero il primo Sindaco a fare una richiesta del genere.”

Per ciò che riguarda il “costo esorbitante del servizio”, il Sindaco ha posto al centro dell’attenzione le stranezze legate alle assunzioni per chiamata diretta e agli avanzamenti di livello (circa 99 su 276 i dipendenti coinvolti), non dimenticando come, ad oggi, sia ancora aperta la questione sulla ripartizione dei dipendenti in esubero: attualmente infatti, stando a quanto dichiarato dal Sindaco, a Monreale spettano circa 70 operai più il 25% dei 46 dipendenti amministrativi.

Però, altri potrebbero essere assegnati, poiché l’ATO ha 50 dipendenti in più rispetto alle necessità dei singoli comuni; Capizzi ha sottolineato come, questi dipendenti, dovranno essere ripartiti equamente fra i 17 comuni dell’ATO, e non potranno essere assegnati secondo il numero di abitanti, perché in quel caso Monreale non potrebbe sostenere i costi derivanti.

I cittadini presenti, ed in particolare i componenti del “Comitato Pioppo Comune” hanno dato la propria disponibilità a coadiuvare l’amministrazione nella diffusione capillare dell’iniziativa proposta dal Sindaco, ma su progetti concreti e non su programmazione vuota. In tal senso, le parti organizzeranno nei prossimi giorni un incontro con le associazioni del territorio e successivamente un altro con i cittadini.

Una riflessione ed una forte perplessità sul piano descritto dal Sindaco è venuta da Gianni Berti, nostro concittadino che da tempo è impegnato nel monitoraggio della raccolta e del flusso di conferimento dei rifiuti.

Considerando la distanza fra il CCR di Aquino e Pioppo, e i costi che chi conferisce lì i rifiuti sosterrà (secondo i suoi calcoli, non meno di 350 euro all’anno), Berti chiedeva, senza avere risposta diretta, quali fossero le premialità legate alla raccolta differenziata.

In verità, il Sindaco ha sottolineato che il luogo ove si prevede di attivare il CCR è abitualmente raggiunto da circa il 70% della popolazione di Monreale, Pioppo e Villaciambra, mentre, una volta ristabilita una situazione di normalità nella gestione dei rifiuti (e qui Capizzi ha per inciso chiarito come, secondo le analisi dell’amministrazione, il miglior sistema per avere un rapporto costi/benefici soddisfacente sia quello della gestione esterna), si dovrà individuare un CCR anche nella zona di Pioppo.

Berti ha sottolineato come questo sistema, però, non sarà nei fatti seguito dalla maggior parte della popolazione, concludendo provocatoriamente: “Io sono uno su due cittadini monrealesi che paga la tassa sui rifiuti. Voi proponete una raccolta differenziata i cui costi ricadono su me, contemporaneamente non eliminando i cassonetti periodicamente stracolmi: io non pago più!” 

In chiusura di riunione, l’assessore Lo Coco ed il Sindaco Capizzi, su precise richieste di Alessandro Maenza, hanno chiarito come a breve verrà bonificata la zona Strazzasiti Barone ancora invasa dai rifiuti, mentre le squadre dell’ESA, una volta completata la pulizia della circonvallazione, verranno smistate sul territorio per ripulirlo dalle erbacce e dalla macchia mediterranea che invade le carreggiate.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.