Rifiuti. Movimento 5 Stelle: “Porteremo il Comune di Monreale in Tribunale”

Immobiliare Max
Salvo Lo Coco

“E’ finito il tempo della propaganda e delle parole, da adesso accetteremo solo risultati e fatti concreti, battendoci in tutte le sedi opportune per ottenerli”.

Il Movimento 5 Stelle di Monreale ha deciso di volere agire per vie legali: “Poiché per varie vicissitudini e sotto molteplici aspetti ormai, il Comune di Monreale è da considerarsi il Comune degli Avvocati, abbiamo deciso di condurre la nostra battaglia sullo stesso terreno dando mandato ai nostri legali per l’avvio di un contenzioso che, per la prima volta in assoluto, porterà il Comune di Monreale innanzi al Tribunale a rispondere del mancato avvio della raccolta differenziata e di un sostenibile ciclo integrato dei rifiuti”

“Come noto – spiega il portavoce e Consigliere Comunale Fabio Costantini -, la legge stabilisce e definisce le modalità per il raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata nell’intento di supportare e guidare gli enti nella progettazione ed ottimizzazione dei sistemi di raccolta differenziata, privilegiando la raccolta domiciliare integrata, per il raggiungimento dei livelli minimi così fissati: 1) raccolta differenziata per l’anno 2010 del 20%, per l’anno 2012 del 40%, per l’anno 2015 del 65% (col raggiungimento di un recupero di materia del 50%).

Il Comune di Monreale non ha già rispettato il termine del 31.12.2012 in relazione alla percentuale minima di raccolta differenziata fissata al 40%. 

Il mancato rispetto del termine determina gravi conseguenze a carico dei cittadini quali:

a) costo maggiorato della T.A.R.I. (Tassa sui rifiuti), a causa della mancata riduzione della spesa per conferimento in discarica, per gasolio da autotrazione e a causa del mancato introito derivante dalla vendita delle materie oggetto di riciclo;

b) mancata riduzione del negativo impatto ambientale;

c) mancata riduzione dei rifiuti indifferenziati, con conseguente maggiore rischio di emergenze ambientali ed igienico sanitarie legate alla insufficiente raccolta dei rifiuti solidi urbani (quali quelle che stiamo vivendo proprio in questi giorni).

In buona sostanza l’emergenza che stiamo vivendo oggi non è solo il frutto di una politica amministrativa scellerata che ha visto il fallimento della società d’ambito, ma anche il pessimo risultato di condotte illegittime che hanno disapplicato la stringente normativa sulla raccolta differenziata dando dunque luogo ad una non corretta erogazione del servizio.

Per tali ragioni, dopo diversi incontri con gruppi di cittadini e dopo le numerosissime e disperate richieste d’intervento da parte della cittadinanza (ormai esangue per l’elevatissima oppressione fiscale del tributo e per l’emergenza igienico sanitaria continua diventata ormai una costante), il M5s Monreale, avvalendosi delle previsioni normative dettate dal Decreto Legislativo n. 198/2009, per il tramite del suo ufficio legale, ha inoltrato e notificato formale diffida al Comune di Monreale (in persona del Sindaco), affinché entro il termine perentorio di 90 giorni:

1) assuma senza ritardo le iniziative ritenute opportune al fine di ripristinare la corretta erogazione del servizio di raccolta e gestione dei rifiuti, garantendo il raggiungimento della percentuale minima di Raccolta Differenziata del 40%; 2) individui il settore in cui si è verificata la violazione, l’omissione o il mancato adempimento segnalato e curi che il dirigente competente provveda a rimuoverne le cause; 3) comunichi agli autori della diffida tutte le iniziative assunte; 4) comunichi la diffida al Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione.

In difetto si procederà col seguito delle azioni legali previste dal decreto legislativo n. 198/2009 ovvero, qualora il Comune di Monreale non avrà adempiuto spontaneamente, otterremo l’esecuzione giudiziale mediante il giudizio di ottemperanza. 

Non c’è più spazio per le parole, bisogna agire per costringerli ad agire”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.