Alto Belice Ambiente. Gli operai a mezzanotte hanno abbandonato il Palazzo di Città

acqua park

Monreale, 13 febbraio – Dopo 3 giorni di presidio all’interno del Palazzo di Città, gli operai monrealesi dell’Alto Belice Ambiente hanno deciso di rinunciare a questa forma pacifica di protesta. Dopo un confronto con i sindacati, sembra infatti che la maggioranza dei dipendenti abbia optato per accettare la proposta presentata dal consesso dei 17 sindaci. I dipendenti dell’ABA hanno preferito riprendere il più presto possibile l’attività lavorativa, sotto le insegne della società di scopo, la “Belice Impianti srl”, piuttosto che continuare la protesta. L’ultimo stipendio ricevuto risale a novembre, e per molti di loro, appartenenti a famiglie monoreddito, il rischio di rimanere ancora senza retribuzione non è tollerabile.

Massimiliano Cangemi, il portavoce degli operai che hanno organizzato il presidio nel Palazzo di Città, però è chiaro: “Pretendiamo che ci venga riconosciuta al più presto la quattordicesima mensilità e le spettanze per i 22 giorni di dicembre che abbiamo lavorato, altrimenti non ci penseremo due volte a rioccupare il comune”. In questi giorni invece ai dipendenti è stata riconosciuta la tredicesima mensilità per il 2014, che ancora attendevano.

Cangemi chiede adesso al curatore fallimentare, l’avv. Cristina Bonomonte, e al Commissario Straordinario dell’Ente, l’arch. Giuseppe Taverna, di accelerare le procedure per garantire in tempi brevi il passaggio alla “Belice Impianti”.

Nel lasciare il Palazzo di Città, gli operai hanno voluto ringraziare coloro che, anche tra i cittadini monrealesi, hanno espresso solidarietà alla loro causa. In particolare il Comandante della Stazione di Monreale, Maresciallo De Venuto, che in un’occasione ha portato la colazione agli operai, al Bar Mirto, che ha garantito le cene per tutte le tre sere, alla pizzeria Campanella, che ha contribuito con paste e sfincioni, e al Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Di Verde e al consigliere comunale Giuseppe Guzzo, che hanno in un’occasione portato la colazione agli occupanti.

Ricevi tutte le news

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.