Muore per un’embolia, 4 medici dell’Ospedale Ingrassia rinviati a giudizio

0
acqua park

PALERMO, 12 Febbraio. Sono stati rinviati a giudizio quattro medici dell’Ospedale Ingrassia di Palermo. I quattro, Rosanna Giaramidaro, Rosalba Tantillo, Florinda Bascone e Sebastiano Scalzo, per cui il processo inizierà il prossimo 20 Marzo hanno ricevuto il rinvio a giudizio per omicidio colposo.

I fatti risalgono al 23 Novembre 2009 quando Emilio Reforgiato, un ventottenne palermitano, istruttore di palestra, morì a causa di un’embolia.

Il giovane, appena 5 giorni prima, si era recato al pronto soccorso dell’ospedale, lamentando forti dolori alla spalla ed al torace: a ciò va aggiunto il fatto, sottolinea la parte civile nel procedimento, che Reforgiato, circa un mese prima, aveva subito una frattura ad un piede, e che ciò non sarebbe stato trascritto da uno dei medici.

La diagnosi con cui l’istruttore fu lasciato tornare a casa era quella di una semplice sindrome influenzale.

I genitori del ragazzo e il fratello si sono costituiti parte civile nel procedimento, con l’assistenza degli avvocati Roberto e Dario D’Agostino e Giovanni Di Benedetto.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.