Fallimento Alto Belice Ambiente. Ancora nessuna soluzione dall’incontro presso il Dipartimento rifiuti

Immobiliare Max

Si è tenuto oggi presso l’Assessorato Regionale all’Energia il primo incontro del tavolo tecnico, convocato dall’Assessore Vania Contrafatto, con l’Anci Sicilia, il Dirigente Generale dell’Assessorato Domenico Armenio e i sindacati per determinare i criteri per il passaggio dei lavoratori dagli Ato alle Srr e alle successive società di gestione.

“Si è trattato di un incontro positivo  – dice l’Assessore Vania Contrafatto – e che segna l’inizio di un percorso di collaborazione istituzionale, per il quale però è necessario che tutte le parti in causa agiscano con responsabilità nei confronti dei cittadini e dei lavoratori. Il fallimento dell’Ato Palermo 2 potrebbe non essere un caso isolato e per questo occorre individuare una soluzione nel breve termine. Il Piano regionale dei rifiuti è in attesa del decreto del Ministero e siamo già al lavoro per aggiornarlo. Gli Aro sono previsti per legge e i rispettivi piani di intervento sono al vaglio della Regione, che approverà solo quelli conformi alle norme. Sono inoltre in corso di pubblicazione il bando di gara tipo, il disciplinare di gara tipo e il capitolato d’appalto per la gestione integrata dei rifiuti conforme alle normative vigenti, compresa quella comunitaria, anche in materia di differenziata, secondo i criteri ambientali minimi emanati dal Ministero dell’Ambiente”.

Al termine di questo primo incontro, è stato aperto il tavolo tecnico per discutere della soluzione per l’Alto Belice Ambiente. Una seduta che non ha però portato ancora a nessuna conclusione concreta. Presenti il Commissario Straordinario dell’ABA, l’arch. Taverna, il Presidente della SRR, l’avv. Di Matteo, i sindaci dei 17 comuni serviti dall’ABA, le rappresentanze sindacali.

Al centro della discussione sempre la garanzia occupazionale per tutti i 277 dipendenti dell’ATO, che dovrebbe passare attraverso la cessione di un ramo d’azienda dell’ABA alla società di scopo creata dalla SRR. A questa società dovrebbe quindi transitare tutto il personale dell’ABA, al momento in stato di quiescenza.

Domani mattina si terrà un altro incontro, al quale prenderano parte solamente il presidente della SRR, due rappresentanti dei sindaci, il Commissario Straordinario e una rappresentanza sindacale.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.