Alto Belice Ambiente. Costantini (M5S): “L’opposizione sta valutando la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario”

0
tusa big

Monreale, 28 gennaio – Anche il Movimento Cinque Stelle di Monreale è deciso ad affrontare la questione lavorativa dei 277 dipendenti dell’ATO PA2. Il portavoce e consigliere comunale, Fabio Costantini, critica come la vicenda dell’Alto Belice Ambiente sia stata connotata da poca trasparenza. “Sia fatta chiarezza non solo nell’interesse della Città di Monreale ma soprattutto e principalmente nell’interesse degli operai e delle loro famiglie che stanno vivendo momenti difficili”.

“Si sono susseguiti diversi avvenimenti nell’ambito della vicenda – spiega Costantini – che coinvolge gli operatori dell’Alto Belice Ambiente, nei quali le diverse figure professionali coinvolte mostrano ed evidenziano tutte le criticità generate dal sistema.

Accade che i funzionari della società d’ambito si trovino in una situazione di paralisi e chiedano indicazioni e direttive ai Sindaci dei comuni del comprensorio ATO PA2 mentre il curatore fallimentare, Avv. Bonomonte, nella sua ultima missiva di ieri (27/01/2015) ribadisce nuovamente e con fermezza la considerazione secondo la quale, in assenza di un provvedimento autorizzativo dell’esercizio provvisorio da parte del tribunale (che autorizzerebbe la gestione commissariale straordinaria) tutti i dipendenti della società Alto Belice Ambiente sono da considerarsi in stato di quiescenza”.

Costantini evidenzia le conseguenze, “una brusca interruzione del servizio, ma anche una forte lacerazione del tessuto economico e sociale cittadino derivante appunto dall’immediato licenziamento dei dipendenti della società che verrebbero privati di ogni tutela”.

Quindi gli interrogativi, rivolti all’amministrazione: “Chi sta effettuando al momento attuale la raccolta dei rifiuti nel territorio di Monreale? Giunge notizia che vi siano operatori della società d’ambito che stiano continuando a prestare la propria opera, per conto di chi operano costoro e soprattutto attraverso quali tutele assicurative e contrattuali?

L’amministrazione ha informato i dipendenti che, a decorrere dal 22 Dicembre 2014 (data relativa alla declaratoria fallimentare) non sarà possibile corrispondere loro alcuna remunerazione per l’attività che eroicamente stanno ancora prestando?”

“Le forze di opposizione – fa sapere Costantini – stanno opportunamente ed attentamente valutando la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario nel quale affrontare la delicata questione poiché lo si ritiene un dovere nei confronti dei Monrealesi, degli operai e delle loro famiglie”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.