Alto Belice Ambiente, ancora nessuna soluzione ed esplode la vertenza. Domani e venerdì alle ore 10 sit in dei 276 lavoratori davanti la Prefettura di Palermo

acqua park

Monreale, 28 gennaio – I sindacalisti dell’Alto Belice Ambiente aprono formale vertenza. Se, infatti, la nomina del commissario straordinario da parte della Regione aveva fatto credere nella possibilità di trovare una soluzione alla crisi della società, il comunicato del curatore fallimentare, che ha ribadito ancora una volta l’impossibilità per i 277 lavoratori di proseguire l’attività lavorativa nei 17 comuni della provincia di Palermo, ha fatto cadere qualsiasi speranza.

“E’ fondamentale – spiegano Valerio Lombardo Fp Cgil, Dionisio Giordano Fit Cisl e Nino Celano Uiltrasporti – che le istituzioni, la politica e lo stesso tribunale fallimentare intervengano per evitare emergenze igienico sanitarie, sociali e di ordine pubblico che sono già dietro l’angolo e che, fino ad oggi, sono state evitate dal grande senso di responsabilità dei lavoratori, che hanno reso comunque il servizio nonostante il mancato pagamento di ben tre stipendi e l’incertezza sul futuro”.

Così i lavoratori torneranno a protestare domani e venerdì in un sit in davanti la Prefettura di Palermo dalle ore 10 in via Cavour, per far sentire a gran voce il disagio di 277 famiglie. “Confidiamo che il Prefetto di Palermo possa condurre a ragionevolezza tutti gli attori coinvolti. Abbiamo atteso fino ad oggi la soluzione del problema – concludono i tre sindacalisti  -, che passa a parere nostro o attraverso l’autorizzazione dell’esercizio provvisorio da parte del tribunale o il passaggio immediato dei lavoratori alle Srr. Allo stato attuale, risulta complicato arginare le reazioni spontanee dei lavoratori, sono davvero esasperati”.

contrafattoL’Assessore ai Rifiuti e ai Servizi di Pubblica Utilità, la dott.ssa Vania Contrafatto,  dichiara di avere istituito oggi il tavolo permanente per affrontare la crisi dell’Alto Belice Ambiente. Vi prenderanno parte delegazioni di sindaci e sindacati e alcuni esperti del settore, così da individuare una soluzione per una vicenda ormai in stallo dopo la dichiarazione di fallimento.

Il tavolo è frutto dell’interlocuzione avviata tra il Commissario Straordinario Giuseppe Taverna e il Giudice Fallimentare e degli incontri tra l’Assessore Contrafatto e il Prefetto di Palermo, Sua Eccellenza Francesca Cannizzo, “che ancora una volta – dichiara l’Assessore Contrafatto – ha confermato la propria attenzione e sensibilità istituzionale verso una vertenza che tocca da vicino i cittadini e i lavoratori“.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.