Restituzione degli oneri di depurazione: il Consiglio Comunale dice sì

0
tusa big

MONREALE, 27 gennaio – Questa sera il Consiglio Comunale ha proceduto all’approvazione del punto all’ordine del giorno riguardante un debito fuori bilancio sulla restituzione degli oneri di depurazione. 
Con il sì del Consiglio Comunale si sblocca un percorso avviato dall’attuale assessore e consigliere Lo Coco, come lo stesso ha affermato, circa dieci anni or sono e potranno essere restituite, seppur in parte, le somme pagate dai cittadini delle frazioni di Pioppo e Grisì sugli oneri di depurazione degli scarichi fognari. 

Ad aprire il dibattito è stata Valeria Viola che ha relazionato sui lavori della 2° Commissione Consiliare. La Commissione si è espressa favorevolmente sull’approvazione del debito fuori bilancio anche in seguito al parere del Segretario Generale e della Corte dei Conti. Soddisfazione per il lavoro svolto ha espresso il presidente della Commissione Barna che ha lavorato insieme al vice presidente Viola e i gli altri membri Di Benedetto, Li Causi, Cosantini, Vittorino e Lo Coco.

Grande soddisfazione anche per l’assessore Lo Coco. “Abbiamo iniziato questo percorso nel 2005 – ha dichiarato – quando le amministrazioni continuavano a far pagare ai cittadini un servizio non garantito. Sono soddisfatto perché grazie a questa amministrazione c’è stata una accelerazione per la restituzione degli oneri di depurazione ai cittadini che ne hanno fatto richiesta”. 

Il Consigliere Antonella Giuliano si è detta compiaciuta per la votazione del Consiglio e ha evidenziato l’esistenza di una delibera esecutiva che sbloccherebbe la somma di 200 mila euro per il ripristino del depuratore di Grisi. La Giuliano ha chiesto all’assessore Lo Coco di conoscere quali siamo i tempi necessari ad avviare i lavori “visto che le somme sono già state stanziate”. Lo Coco, che ha nuovamente preso la parola, ha risposto: “E’ cura dell’amministrazione progettare ed attuare i depuratori, per la salvaguardia dell’ambiente e della salute dei cittadini”.

“In realtà – ha voluto precisare il Consigliere Fabio Costantini – la disponibilità economica del comune non soddisfa per intero i crediti dei cittadini tanto che la quota di rimborso sarà pari al 88%”. Secondo il consigliere del M5S vi è un’ingiustizia di fondo nelle scelte dell’amministrazione: “Non solo è passato molto tempo da quando i cittadini hanno iniziato a pagare per un servizio non goduto ma anche, riceveranno meno di quanto ad essi spetti”.

Il prossimo passo, in seguito al via libera da parte del Consiglio Comunale, spetta al Dirigente dell’Area Pianificazione, Gestione ed Assetto del Territorio Maurizio Busacca, il quale provvederà a redigere la delibera dirigenziale che sbloccherà le somme.

 

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.